Capitolo 23

266 13 5

"Bene..." pensai. "Da dove si entra per andare nel retro della mensa?"

Non c'era ancora nessuno nel corridoio dove scoprì che c'era la porta del retro.

Esitai prima di entrare.

Non avevo la minima idea di chi poteva essere.

Magari Mike? No, ma perché incontrarmi di nuovo dopo aver chiarito che non ci poteva mai essere niente fra di noi. Entrai. Il retro della mensa era praticamente un magazzino molto grande con alcuni tavoli con scatoloni sopra.

Era tutto buio fino a quando, ad un certo punto, si accese la luce.

Mi prese un colpo. Non ero da sola. Qualcuno aveva acceso la luce.

-Ehm.. C'è qualcuno?- chiesi impaurita. Niente.

Ad un certo punti sentii un rumore provenire da un'altra piccola stanza buia.

- Eccoti finalmente.- era una voce femminile.

-Perrie!- esclamai. -Tu?!- -Si io...- rispose in tono aspro. - Ma come hai avuto il mio numero?-

-Non t'interessa- disse sempre nello stesso tono di prima. -Perché mi hai chiamata?- cominciai ad agitarmi. - Tu devi lasciare stare Zayn!- cominciò ad urlare. -Lui è mio!- aggiunse

-Intanto calmati- cominciai - Te ne devi fare una ragione se non gli interessi più!- per un momento mi sembrava che si fosse calmata.

Almeno non rispose ma mi guardò con uno sguardo pieno di odio. Mi sbagliai: Ad un certo punto mi si avvicinò, alzò una mano... Mi voleva prendere a schiaffi. - Fermati!- urlò una voce. - Harry!- esclamai. Corsi, per quello che potevo, letteralmente fra le sue braccia.

-Tu stai male! Lasciala stare! - mi difese Harry.

Dire che Perrie era furiosa era poco. Senza realizzare quello che stava succedendo Harry mi portò fuori di li.

Di certo lo aveva mandato Gemma. Oppure era il mio supereroe. Ci stava.

Andammo a sederci ad un tavolo a mensa che ormai era già mezza piena anche se mancava ancora un po' alla cena.

- Hazza- cominciai - ti ringrazio non so cosa farei senza di te...- - Ma ti pare! Quella strega poteva farti male- -Una domanda. Come facevi a sapere che ero lì?-

- Gemma. Me l'ha detto lei. Voleva che andassi a controllare- rispose.

- Meno male! Non saprei davvero cosa fare senza voi due!- Harry sorrise a 32 denti. Lo abbracciai con tutta la forza che avevo in corpo. Lo adoravo... A volte si comportava da cretino, ma con me era dolcissimo. Una lacrima cominciò a rigare il mio viso.

-Harry ho paura di lei...- dissi singhiozzando. -Ehi ci sono io- mi accarazzó dolcemente i capelli e mi bació la fronte.

-Perché tutte le volte devo trovare una complicazione?!- esclamai esasperata.

-Cosa vuol dire?- mi chiese con fare interessato. -Mi hanno sempre trattata male ovunque...- dissi abbassando sia la voce sia la testa.

Lui mi strinse una mano e poi aggiunse -Ci saró sempre per te! Qualsiasi cosa ti succeda io ci saró per te! Saró come la tua ombra, ti proteggeró ovunque tu sia basta chiamarmi. Saró il tuo preotettore. Un protettore un po' stupido, ma che farebbe di tutto per te- mi disse dolcemente.

Una nuova lacrima rigó il mio volta, ma questa volta era una lacrima di gioia. Lo abbracciai di nuovo e passai una mano fra i suoi morbidissimi capelli.

-Harry, grazie!- gli risposi con tutta la gratitudine che avevo dentro. -Ho paura di uscire peró- dissi abbassando di nuovo la voce. -In che senso?- mi chiese. -Dovrei uscire con Zayn- risposi.

Il colore dei suoi occhi si spense... non volevo soffrisse.

-Esci con lui e non preoccupparti.- disse senza guardarmi. -Tu ci sarai per me in casi estremi?- gli chiesi. -Io per te ci saró sempre- detto questo il mio battito cardiaco aumentó. Nessuno mi aveva mai detto certe cose. Nessuno. Nemmeno Niall. Nemmeno Zayn. Harry era il mio eroe. Era diventato lui il mio salvatore dato che Niall non c'era. Harry, il mio carissimo amico Harry.

Spazio autrici. Ciao gente! Come state? Avete visto la cattiveria di Perrie? Mamma mia... Recensite su su❤

Saluti xx

Complicated Love StoryLeggi questa storia gratuitamente!