Capitolo 17

332 13 3

-Chiudi gli occhi ti prego- mi disse e così feci. Mi teneva sempre per mano. Ero troppo curiosa, così cercai di sbirciare, ma lui mi ammonì subito. Figuraccia.

-Siamo arrivati- mi disse felice. Anche io lo ero. Molto. Mike mi trattava bene e mi faceva stare bene, ma il posto nel mio cuore era per Malik.

Aprii velocemente e rimasi incantata dalla vista. C'erano tantissimi alberi secolari, circondati da tantissimi fiori e ornati con tantissime luci dorate. Che giardino bellissimo.

-L'ho fatto io- mi informó soddisfatto. -Tutto per me?- chiesi non credendoci. -Si, vedi io non sono un grande studioso, perció ho passato il pomeriggio ad architettare qualcosa- mi rispose. -È bellissimo- lo abbracciai.

Lui con due dita mi tiró su il mento e mi bació. Prima era un bacio semplice, poi diventó appassionato.

"Ehi ehi ehi, Charlotte che fai?! Tu non provi nulla per Mike" pensai, ma continuavo comunque a baciarlo!! Il bacio si fece molto appassionato tanto che mi fece appoggiare a un muro.

-Charlotte il giacch...- disse qualcuno. Mi staccai era Zayn. Gli era caduto il mio giacchetto. Lo raccolsi e lui mi guardó con tanta delusione negli occhi.

-We Zayn ora potresti anche andare- gli disse Mike maliziosamente. Senza dire nulla Zayn se ne andó e io rimasi come una scema con lo sguardo perso.

-Senti Mike è stato uno sbaglio- mi voltai a testa bassa verso di lui. -Cioé?- mi chiese non capendo.

-Il bacio...- risposi gesticolando. -Ah tranquilla.- disse. -Sei arrabbiato?- gli chiesi. -Certi che no! Io non sono uno di quelli da relazione fissa!- mi disse

-Proprio come tutti i miei amici- aggiunse. TUTTI I SUOI AMICI?! Ma allora perché Zayn si comportava così? Era geloso e si vedeva. Teneva a me.

-Vieni ti accompagno dentro- mi disse in tono dolce.

-Grazie- gli stampai un bacio sulla guancia. Entrammo e ció che vidi mi turbó molto. Le lacrime cominciarono a rigare il mio viso e me ne andai. Se vi immaginate che me ne andai a corsa sbagliate:problema piede!

Ero finalmente in camera mia. Ero distesa sul letto a guardare il soffito. Avevo anche fame! Lo so che non ha un senso dirlo, ma quando ho fame è la fine. Non piangevo più, fortunatamente. Avevo pianto per un bel po'. Finché mi arrivo un messaggio?

Da: sconosciuto

-Ehi sono io Gemma. Cosa è successo? Ora ti raggiungo. Aspettamii <3 -

Come aveva fatto ad avere il mio numero? Mah... Comunque salvai il suo numero e la aspettai. Mentre la aspettavo misi le cuffiette e ascoltai "Fucking perfect" di Pink. Quella canzone mi faceva stare bene.

Pretty pretty please 

Don't you ever ever feel 

Like you're less then

Fuckin'perfect 

Pretty pretty please 

If you ever ever feel

Like you're nothing 

You're fuckin' perfect to me

You're so mean

When you talk

About yourself

You were wrong 

Change the voices

In your head

Make them like you

Instead

P.s. Pink non era la mia cantante preferita, la mia cantante preferita era Rihanna.

Sul serio, peró, quella canzone era la mia forza, la ascoltavo nei momenti di tristezza. Mi davo per lo appunto una forza che nessun'altra canzone mi donava.

Sentii bussare. -Avantii- dissi. Entrarono in due: Gemma e Harry.

Spazio autrici. Salvee! Scusate il ritardo :(

Come va? Vi é piaciuto questo colpo di scena? Speriamo di sì. Saluti xx

Complicated Love StoryLeggi questa storia gratuitamente!