Capitolo 85

93 4 2


Avviso.

Come penso molti ormai hanno notato non stiamo pubblicando molo frequentemente, ma lo studio sta diventando incessante per entrambe e in più abbiamo gli esami. Vi chiediamo scusa e tanta pazienza. Saluti xx

Pov Charlotte

Era passato un giorno dalla "pace" con Harry. D'allora non l'avevo più visto, ma non di proposito, era solo che ero molto impegnata... Anche se non sembrava il college era molto stressante per me, dato che i vari avvenimenti mi avevano distratta, ma avevo davvero bisogno di studiare.

Comunque decisi di fare finta di niente.

Mandai un messaggio a Harry

A: Harry

Ciao :) come va? Ti va se oggi ci vediamo per pranzo?

Baci xx C.

Inviato.

''Forse baci e xx era troppo esagerato... Vabbè ormai è andato!'' pensai.

Neanche avevo notato che nella rubrica, accanto al contatto di Harry non c'era più l'emoji con il cuore rosso... L'avevo tolto quando avevamo litigato e visto che non ci scrivevamo da tanto tempo neanche mi ricordavo. Mi sentivo quasi in colpa... ''Ma Charlotte, che ti senti in colpa per uno stupido emoji?!'' mi ripresi da sola. Ero patetica. Abolendo il pensiero che parlavo da sola, mi rendevo davvero ridicola: qualsiasi cosa che riguardava Harry mi metteva tensione e avevo paura di sbagliare con lui.

Avevo sbagliato d'un troppe volte, quindi cercavo di evitare. Era una persona fantastica, fra le poche che si trovano in giro.

Pov Harry

Mi arrivò un messaggio da Charlotte, mi chiedeva se oggi pranzavamo insieme.

Mi sembrò molto spontanea...

Stare un po' da sola le fece bene.

Era giusto l'ora di pranzo e io ero nella mia camera a posare i libri della mattinata per poi prendere quelli per le lezione pomeridiane.

Le risposi con un semplice -Okay-.

Forse sembravo un po' scortese, ma non era mia intenzione.

A quest'ora dovevo già essere li ma ho impiegato più del previsto per prendere tutti i libri, visto che non trovavo quello di storia dell'arte.

Cinque minuti dopo ero seduto al solito tavolo con Charlotte.

Come previsto lei non disse niente di ieri, ma questo era un argomento che prima o poi doveva essere affrontato.

Stavo giusto per nominare la faccenda di ieri quando arrivò Gemma dal nulla e si sedette al nostro tavolo.

La fulminai con lo sguardo ma lei ovviamente neanche se ne rese conto.

-Ragazzi! Avete fatto pace?- ci chiede tutta entusiasta. Sembrava quasi Jade.

-Si, sono contenta che si sia risolto tutto- le rispose Charlotte con un sorriso. Era così bella...

Pov. Charlotte

No, non si è risolto tutto. La questione di ieri era ancora aperta, ma mi sembrava che Harry non ne voleva parlare.

Forse dovrei dirlo a Gemma o a Jade... O a Niall! Si, lo dirò a lui, infondo è la persona che mi capisce di più. Magari poteva essere gelosa, insomma era pur sempre mio fratello, ma lui era come il mio consulente per tutto quello di cui non ero sicura.

Complicated Love StoryLeggi questa storia gratuitamente!