Capitolo 39

171 11 15


Era sera. Mi stavo preparando per andare a mensa, ma ero in ritardo perché Jade era in bagno da 40 minuti!

-Jadee!- dissi bussando alla porta del bagno.

-Si?- mi disse una voce affannata.

-Tutto okay?- chiesi preoccupata.

-Si, cioé no!- mi rispose sempre con voce affannata.

-Posso entrare?- le chiesi preoccupata.

-É chiusa a chiave- mi disse. Cosa pensava che le facessi? Mah...

-Apri la porta!- le ordinai.

Aprii dopo due giri di chiave.

-Oddio!- dissi vedendo il suo viso viola. -Cosa hai? Ti porto subito un bicchiere d'acqua- le dissi correndo verso il frigo.

-Sono asmatica- disse fra un colpo di tosse e un altro.

Glielo portai, ma continuava a tossire. Doveva usare quell'aggeggio, insomma quello che usavano gli asmatici.

-Dimmi dove hai la macchinetta così te la porto- le dissi.

-É a Romford- mi rispose preoccupata e cominciando a piangere.

-Cooosa?! Come hai fatto a dimenticarti di una cosa talmente importante!- la rimproverai, ma me ne pentii subito perché cominció a piangere ancora di più e a tossire sempre di più. QUEL BAGNO ERA MALEDETTO.

Pov Zayn

Dove era? Io dovevo parlarle. Ma non c'era. Io volevo sapere assolutamente dove era.Diedi un'occhiata al tavolo dove si metteva insieme a quei due stupidi dei suoi amici e vidi che anche loro avevano gli sguardi preoccupati e la cercavano un po' ovunque.

Che cosa le era successo?

Pov Harry

Dove era finita Charlotte? Vidi Zayn guardarmi e mi diressi verso di lui.

-Hai visto Charlotte?- gli chiesi sempre con lo sguardo rivolto verso la porta per vedere se arrivava.

-No, ma anche se la avessi vista non lo vorrei di certo a dire a te- mi disse spingendomi.

-Ehi, ma cosa vuoi?- dissi rispondendo alla sua spinta.

-Stalle lontano- mi disse guardandomi male.

-Ah perché altrimenti cosa mi fai?- gli chiesi con tono di sfida.

Un pugno colpì la mia faccia.

Caddi a terra.

Spazio autrici. Scusate per il ritardo, ma siamo state molto impegnate. Scusate ancora. Saluti xx

Complicated Love StoryLeggi questa storia gratuitamente!