Capitolo 8

415 18 4


Pov Zayn

Il pavimento aveva una scia di macchie di sangue per tutta la camera di Charlotte " Ma che ha combinato questa?!" pensai.

Non entrai subito nel bagno ma mi limitai a chiamarla: - Charlotte! Charlotte! Horan! Ci sei?- Non mi rispose quindi decisi di entrare.

Era svenuta pure lei! Aveva la pianta del piede tutta insanguinata e anche le mani sporche di sangue.

- Charlotte! Stai bene?! Svegliatiii!!-

Non si svegliava. Mi cominciai a preoccupare anche se la conoscevo appena. Già infatti... perché mi preoccupavo così tanto? Devo dire che era davvero una bella ragazza, ha un fisico magnifico e mi sembrava simp... "Zayn ma a cosa pensi? Lei è svenuta è piena di sangue probabilmente ha ucciso la prof e tu pensi al fatto che è bella?!" pensai. Cominciai a darle dei leggeri colpettini sulle guance.

Cominciò ad aprire un po' gli occhi.

Pov Charlotte

Aiha il piede. Ero nel bagno, per terra con un piede insanguinato e un mal di testa bestiale. "Devo aver sbattuto la testa" pensai. Non riuscivo a vedere bene, francamente avevo un po' di timore ad aprire gli occhi. Non mi ricordavo di nulla, ma alla vista di tutto quel sangue mi preoccupai. C'era qualcuno.

-Charlotte svegliatiii- disse una voce maschile che già conoscevo. Ero sicura che non fosse Harry, oh no questa voce è di quel tipo che avevo incontrato prima... Malik.

Aprii gli occhi. Si era lui. Lui dalla quale dovevo stare lontana. Lui che mi avrebbe portato troppi casini. Dovevo stargli lontana... anche se avevo bisogno di aiuto e l'unico che era lì per aiutarmi era lui.

Devo ammettere che era un ragazzo molto bello e come tutte le ragazze davanti a uno mooooolto bello pensai subito al mio aspetto esteriore. Mi immaginai di avere tutto il trucco sciolto dal pianto, i vestiti sporchi di sangue e i capelli in condizioni orribili. Ed ero covinta di avere ragione.

- Ce la fai ad alzarti? - mi chiese.

- Non lo so, se mi aiuti forse ce la faccio -

Mi prese per un braccio e riuscì a tirarmi su. Ma anche questa volta poggiai male il piede e urlai dal dolore.

- Ti porto in infermeria -

Mi prese in braccio a modo di sposina. Arrossii. Nessuno mi aveva mai presa in braccio così, solo  Niall... ma lui è mio fratello non è un ragazzo con il quale potrebbe nascere una relazione. Ehi, ma a cosa pensavo??! Mah.

Non dissi niente per tutto il tragitto dal bagno all'infermeria. Per fortuna erano sullo stesso piano. Arrivati lì, l'infermiera della scuola mi fece subito sedere. Zayn andò ad avvertire la preside, lasciandomi così sola con l'infermiera.

"Non è poi così scortese come sembra questo Zayn Malik "pensai. Infatti si era preso cura di me.

LUI ERA IL MIO EROE. Probabilmente un eroe momentano, cioé probabilmente dopo non mi avrebbe parlato nemmeno, ma mi aveva aiutata.

Spazio autrici. Questo è un capitolo di passaggio come avrete capito. Vi chiediamo perdono già da ora se d'ora in poi aggiorneremo meno frequentemente. Da qui succederà qualcosa... Zayn l'eroe *-*. Fateci sapere cosa ne pensate e continuate a pubblicizzare la storia, grazie.Saluti xx

Complicated Love StoryLeggi questa storia gratuitamente!