Capitolo 14

379 16 2


Pov Charlotte

Finalmente arrivai in camera e mi misi subito sul letto. Evidentemente avevo la faccia di una traumatizzata a morte, Harry se ne accorse e mi chiese se ero OK.

- Si - risposi di sfuggita. - Anzi no! Adesso so perché questa Perrie mi è familare. -

- Ehm.. Perché?- mi chiese Gemma.

- Perché, se non mi sbaglio, no ma che dico è di sicuro lei, venne ad abitare vicino casa mia a Mullingar. Eravamo anche diventate amiche, molto amiche-

* silenzio * Harry e Gemma rimasero spiazzati. Ad un certo punto Gemma urlò -E tu eri amica di quella vipera?!-

-Sii te l'ho appena detto..-

- Ma perché non siete più amiche? Voglio dire buon per te che non sei più amica di quella strega, ma qual'è il motivo?- mi domandò Harry.

- Non so... Dopo un po' lei e la sua famiglia si sono trasferiti e noi ci siamo semplicemente perse di vista. -

- Secondo te si ricorda di te?- mi chiese Gemma.

- Non ne ho la minima idea. Comunque non credo visto che eravamo amiche perché mi dovrebbe trattare così? Secondo me le sto sui nervi a prescindere. -

- Probabile... Fa così con tutti- mi disse Harry.

- Oh no è già così tardi! Devo andare a pallavolo! Ciao a dopo- Gemma uscì di fretta dalla porta.

Eravamo solo io e Harry.

Dopo un po' per rompere il silenzio che c'era gli chiesi di lui come avevo fatto con Zayn.

- Allora...- mi disse - Vengo da Holmes Chapel. Come sai ho una sorella più grande e mentre studiavo ancora a Holmes Chapel lavoravo in una panetteria vicino casa. Tu hai mai fatto qualche lavoro?-

- Ehm... D'estate quando non c'era scuola e quando io e la mia famiglia non eravamo fuori in vacanza ho lavorato un po' in un ristorante vicino casa. -

Parlammo di molto altro: della scuola, di amici, avevamo anche tirato di nuovo fuori l'argomento di Perrie la strega. Harry era davvero un ragazzo molto simpatico e gentile...Mi ricordava un sacco Niall.

Pov Zayn

Ormai se ne sarà andato Harry o come si chiama. Senza pensarci due volte salì le scale e stavo per bussare alla porta della camera di Charlotte quando sentii delle voci arrivare da dentro. Una voce era la sua invece per capire di chi era l'altra ce ne misi un po'. Ovviamente era quel suo 'amico' Harry. Me ne riandai subito. Non dico che mi ero offeso ma un po' mi dispiaceva che stava con quello là. "Non mi starò mica innamorando di lei?!" pensai. No, non ero innamorato mi piaceva e basta perché, si ok era bella, ma non posso mica innamorarmi di una che conosco da un giorno. Era solo una stupida attrazione fisica.

Spazio autrici. Scusate se ci sono errori, ma siamo entrambe piene di impegni e non abbiamo avuto il tempo per rileggere. Ovviamente recensite :)

Saluti xx

Complicated Love StoryLeggi questa storia gratuitamente!