•capitolo 11

21.2K 926 14

POV. BLAKE
Mi sveglio con un forte mal di testa. Sono all'incirca le 11. Mi giro verso il letto di Scarlett ed è tutto un tatto,probabilmente non è tornata,spero solo stia bene.
Vado in bagno a farmi una doccia.

Vedo la mia immagine riflessa allo specchio,sono un completo disastro. Ho tutto il trucco colato,i capelli sono tutti in disordine. Mi butto sotto la doccia,sento il getto d'acqua calda scorrermi sul corpo.

Mi torna in mente quello che è successo sta notte con Nate. Ho fatto un enorme sbaglio,ma in quel momento ho perso completamente il controllo delle mie azioni.

Mi sono lasciata trascinare da lui,dall'atmosfera e dalla passione. Quando siamo stati io e lui da soli in macchina,io e lui che lo abbiamo fatto nella sua macchina,il fatto che abbiamo dimenticato il preservativo.

Cazzo,è vero abbiamo dimenticato il preservativo. Mi viene un nodo allo stomaco,non so perchè ma d'istinto porto una mano sulla mia pancia che in quel momento è tutta bagnata a causa dell'acqua.

Okay basta pensare a queste cose. Mi ricordo che domani  inizierà la scuola e che devo andare ancora a ritirare l'orario e l'iPad in segreteria.

Metto l'accappatoio e esco dalla doccia. Prendo dall'armadio un paio di skinny neri e una maglietta che ho comprato a Londra quest'estate.

Mi vesto e subito dopo vado in bagno per truccarmi. Metto solo un po' di mascara e un gloss sulle labbra. Mi asciugo i capelli e li lego in una coda alta. Sistemo tutto il bagno.

Indosso le mie amate air force bianche ed esco dalla stanza.

Mi dirigo verso la segreteria.
Entro in quella stanza e noto subito la segretaria.

È una donna sulla cinquantina,ha i capelli neri tinti perchè sopra si intravedono dei capelli grigi e bianchi. È intenta a parlare al telefono e intanto prende appunti su un taccuino.

Alza lo sguardo e quando mi vede mi fa segno di aspettare un momento.

Mi siedo su una delle sedie che si trovano a destra. Caccio fuori dalla tasca dei pantaloni il mio iPhone 5s nero,un regalo di mia mamma per il diploma. Vado su Facebook e avevo una richiesta di amicizia,è di Scarlett.

Accetto la richiesta. A proposito di Scarlett non la vedo da ieri sera chissà che fine aveva fatto? Forse e è meglio se la chiamo più tardi.

"Prego signorina." dice ad un tratto la segretaria. Mi alzo e mi dirigo nella sua direzione.

"Salve,volevo ritirare il mio iPad e il mio orario scolastico." affermo.

"Certo. Questo è l'iPad e l'orario. Deve firmare qui." La segretaria mi porge un foglio e una penna. Firmo e dopo aver ringraziato la segretaria me ne vado.

Mentre mi dirigo verso gli alloggi,vedo Nate sotto un albero a fumare e noto anche un borsone per terra. Ah già,Scarlett me lo ha detto che lui è nella squadra di calcio dell'università.

Appena lui incrocia il mio sguardo,sbianca di colpo e con un gesto veloce butta la sigaretta a terra e si allontana.

"Nate!" gli urlo cercando di attirare la sua attenzione,ma lui se ne va ignorandomi.

Un Amore TatuatoLeggi questa storia gratuitamente!