•capitolo 60

15.2K 717 7

POV. BLAKE
Oddio non potevo credere di essere veramente a Forte dei Marmi. Il posto dove andavano tutti i VIP in vacanza.
E la casa... era a dir poco magnifica.Una villa enorme... con una piscina riscaldata.
La casa era a 3 piani e c'erano tantissime stanze. Io avevo solo visto la mia camera da letto ed era a dir poco magnifica,sembrava quella di una principessa.
Insomma sapevo che i genitori della mia migliore amica erano benestanti,ma fino a questo punto non credevo.
Entrai nella mia stanza e cominciai a sistemare i miei vestiti nell'armadio e l'intimo nei cassetti. Avevo portato un completino rosso,mi era venuta in mente una certa idea per capodanno e senza nemmeno accorgermene mi si formò un sorrisetto malizioso sul viso.
Mi sdraiai sul letto e cercai di rilassarmi.
"Accidenti è davvero comodo!" pensai ad alta voce.
"E non sai quante cose si possono fare con un letto così comodo..."
Alzai lo sguardo e incrociai le iridi blu di Nate. Si sdraiò accanto a me e mi accolse tra le sue braccia.
"Sei così bella amore mio." sussurrò al mio orecchio.
Arrossii per il complimento.
"È stata una buona idea portare Matias... chissà se tra lui e Scarlett nascerà qualcosa." dissi speranzosa.
"Non credo,a giudicare da come stavano discutendo animatamente direi,a occhio e croce che si odiano." esclamò scoppiando a ridere.
Il suo sorriso,qualcosa di unico.
Avvicinai il mio volto al suo e mentre stavo per far scontrare  le mi labbra con le sue,delle voci ci interruppero,anzi più che delle voci,delle grida.
"Tu non decidi niente sappilo!!!"
"Ma stai zitta!!"
Io e Nate scendemmo le scale e le urla si fecero più udibili.
"Ho detto che si va a fare shopping!!" urlò Scarlett.
"Ma non rompere!! Si va a in un pub.. altro che shopping!!" replicò Matias.
"Ma che tipo di problemi mentali hai!?" chiese retoricamente la mia amica.
"Sei tu l'unica problematica qui!!" sbraitò il ragazzo.
"Ragazzi basta.." cercai di sovrastare le loro voci,ma con scarsi risultati.
"BASTA CAZZO!! FINITELA!!" gridò ad un tratto Nate,facendoci voltare tutti.
"Facciamo una cosa,andremo a fare shopping oggi pomeriggio e sta sera andremo in pub,cosi accontenteremo tutti e due!!" disse a denti stretti.
"Si ma io.." dissero in coro i due ragazzi.
"E tanto per chiarirci,ve lo stavo dicendo non chiedendo!" esclamò calcando la parola 'dicendo'.
Annuirono entrambi,per poi uscire abbastanza intimoriti dal salotto.
"Non hai esagerato?" chiesi voltandomi.
Lui scoppiò a ridere,abbracciandomi.
"Stavo solo scherzando,per far smettere quei due!" esclamò lasciandomi un bacio sulla fronte.
Dio,quanti segreti racchiudeva quel ragazzo,era parecchio strano. Sto iniziando a pensare che sia bipolare.. cioè cambia umore,ogni secondo. È così difficile stargli dietro.
"Amore domani ti porto in un posto." affermò.
"Okay."
La curiosità si era fatta padrona del mio corpo un'altra volta,quando stavo con lui ero così curiosa.
Il telefono di Nate squillò e lui si staccò dall'abbraccio per rispondere.
"Mamma... si sto bene tranquilla... okay... si.... ciao." la conversazione è stata piuttosto fredda e veloce,bhe del resto come sempre,immaginai.
Mi dispiaceva troppo che trattasse così sua madre,non se lo meritava proprio!! Era una donna così buona e gentile,non potevo capacitarmi che Nate le affibbiasse la colpa del divorzio.
Mi rivolse un sorriso,che a malincuore e anche un po' in certa ricambiai.
"Dai andiamo a prepararci per andare a fare shopping!!" esclamò.
Aveva cambiato discorso!! Mi sa che si era accorto di ciò che stavo pensando in quel momento.Ma come faceva tutte le volte!! Forse il mio volto lasciava trasparire troppo  le mie emozioni (nota per me:lavorare su questo punto) dovevo lavorarci assolutamente,non potevo sempre farmi cogliere in fallo da lui.

Un Amore TatuatoLeggi questa storia gratuitamente!