•capitolo 58

16.7K 732 4

POV. BLAKE
L'orologio segnava 14:15.
Stavo osservando Nate. Anche in un letto di ospedale sapeva essere tremendamente sexy.
Sembrava rilassato,come se si fosse tolto un peso dal cuore... bhe come biasimarlo non meno di tre ore fa lo avevano aperto in due.
Misi una mano sulla sua fronte e con delicatezza iniziai a fargli delle dolci carezze,stando attenta a non fargli male.
"Sei così bello amore mio. Tu non ti immagini nemmeno quanto mi hai fatto preoccupare... stare li così seduta su quella dannata sedia ad aspettare... sai aspettare è la cosa più straziante in questi casi." gli sussurrai.
"Ti amo così tanto amore."
"A-anche io T-ti a-amo.."
Alzai lo sguardo e incrociai quegli occhi perfetti,pieni di amore. Erano di un color blu intenso,era perfetto... lui era perfetto.
D'istinto lo abbracciai forte. Mi avvolse tra le sue braccia,almeno per quello che riuscì a fare dato tutti i fili.
"Sono così contenta!!" esclamai.
"A-anche io...s-sono c-così st-stanco.." farfugliò.
"Hai ragione,riposati e non fare sforzi." dissi lasciandogli un bacio in fronte.
"N-non d-dimentichi q-qualcosa??" chiese lui.
"Cosa?"
"Mi of-fende qu-questo!"
"Nate di che parli?" lo guardai confusa.
"Mi av-vevi pro-messo un bacio."
Che scemo.
Misi le mani a coppa sul suo viso e appoggiai le labbra sulle sue trasportandolo in un dolce bacio.
~QUALCHE GIORNO DOPO~
"Finalmente ti dimettono!" esclamai saltandogli addosso.
"Sono così contento!!" disse lasciandomi un bacio a stampo.
Salimmo in macchina.
Finalmente lasciavamo quell'ospedale che racchiudeva tristezza.
Nate negli ultimi giorni,si stava riprendendo velocemente,ero così contenta nel vederlo lottare per ciò che ama.
Intrecciai la mia mano in quella del ragazzo a fianco a me e gli rivolsi un sorriso tenero.
Dopo tanti momenti bui finalmente c'era un po' di luce... eppure c'era una domanda scolpita nella mia mente.
Che rapporto aveva Nate con sua mamma??
Mi sembrava così strano,quando erano venuti a casa nostra sembravano così tranquilli e dolci l'uno verso l'altra,non mi aspettavo tutti questi retroscena.
Avrei tanta voglia di chiedergli questo dubbio,ma non so se sia un bene... forse me ne parlerà lui a momento debito,quando si sentirà sicuro di farlo.
Ad un tratto un telefono squillò era quello di Nate. Lo estrasse dalla tasca,sempre tenendo la sua mano intrecciata nella mia.
"Mamma..." disse abbastanza freddo. Andiamo è tua mamma,non essere così? Però del resto chi sono io per giudicare,non conosco la loro situazione. Ammetto che mi incuriosisce molto,però.
"Si sto tornando a casa...10 m e sono li...certo. Ciao." disse per poi attaccare.
È stato così dannatamente freddo. Sul suo viso si formò un espressione cupa,quasi di preoccupazione. E se provassi ad addolcirlo un po' in fondo è sempre sua mamma... e poi dovevo mantenere la promessa fatta,quindi.
"Tutto okay?" chiesi.
"Diciamo..." rispose vago.
Okay... risposta ricevuta non voleva parlarne... perfetto. Che cattivello però.
"È che non voglio andare da mia madre... mi assillerà di brutto... e non mi va." affermò scocciato,spezzando il silenzio che si era creato poco fa.
Aspettate aveva appena risposto alla mia domanda. La forza della mente.
"Capisco... bhe si preoccupa." dissi. Andiamo è tua mamma!!
"Poi sei stato troppo freddo con lei,secondo me." Merda. Lo avevo detto sul serio,vabbhe in fondo era ciò che pensavo.
Mi rivolse uno sguardo glaciale... Merda,le cose si mettono male... okay adesso appena si gira apro la portiera e salto fuori.
Strinse la stretta sulla mia mano,mentre mi fissava in un modo abbastanza inquietante.
Sentire quegli occhi color ghiaccio addosso,mi facevano sentire a disagio.
Presi un po' di coraggio e sollevai il volto fino ad incrociare il suo sguardo. Sul suo viso,al posto del suo sguardo fulminante,aveva fatto posto un sorrisetto. Chissà che caspita stava architettando dentro quella mente contorta.
"Tu sai tutto... te lo ha detto mia madre... non è così??" chiese retorico.
Okay... sta volta mi aveva spiazzata completamente. Come cavolo se ne era accorto... no questa me la doveva spiegare,perchè non ci ero arrivata!!
"Io...cioè...non è che..." farfugliai qualcosa di incomprensibile,perfino per me.
Non me l'aspettavo proprio quella sua affermazione,mi aveva colta in fragrante,di nuovo tra l altro. Sempre mi beccava... secondo me sotto sotto era un alieno. Troppe cose inquietanti lo avvolgevano.
"Bhe ti dirò una cosa Blake... è vero non ho accettato il divorzio dei miei,come è vero che porto ancora rancore a mia madre. Sta di fatto però che tutto questo è colpa sua... e fidati quando dico che è colpa sua,lo dico con una certezza... che a stento ti immagini." si fermò,fece un sospiro e poi continuò. "Tu però non devi preoccuparti,stai tranquilla." disse baciandomi la fronte.
Ero veramente sorpresa dalla tranquillità con cui aveva detto quelle cose. Come faceva a essere così?? Mi sarei aspettata una sfuriata e già immaginavo gli insulti che stavano per partire,invece niente.
E poi colpa di Claire,una donna così gentile che cosa avrebbe mai potuto fare!! D'altronde,si sa l'apparenza può ingannare. E io lo so bene.
Rimase per tutto il resto del viaggio con quell'espressione dura e gelida.
Cavolo,mi sa che avevo toccato un tasto che non avrei dovuto toccare. Brava stupida che sono!! Applausi a me!!
In fondo mi dispiaceva che avessero questo rapporto,si è vero erano cose loro personali,ma io non volevo vedere Nate che soffriva così... poi andiamo era sua mamma. E la mamma la si può sempre perdonare,almeno io sono di questo avviso.
"Ci vediamo piccola." mi salutò scendendo dalla macchina.
"Ciao." mormorai mandandogli un bacio volante,che poi lui afferrò.
Sentii la gamba vibrare. Cacciai il telefono fuori dalla tasca e vidi che mi era arrivato un messaggio. Scarlett.
<ehi,sono tornata 1 ora fa. Prendiamo un gelato?>
Oddio,meno male... la mia migliore amica era tornata. Avevo così tante cose da raccontargli.
<certo,ci vediamo alla gelateria dietro l'angolo. A dopo.> digitai.
Finalmente avevo qualcuno che mi capiva,con cui sfogarmi. Non ce la facevo più a tenermi tutto dentro... e in questo caso servono le amiche giusto? E Scarlett è la migliore di tutte le amiche.

Un Amore TatuatoLeggi questa storia gratuitamente!