•capitolo 37

16.6K 826 10

POV. BLAKE
"Dio Blake,sei bellissima! Ma come hai fatto?... Cioè tu? Oh mio Dio!" farfuglia Nate con un sorriso stampato sul viso.

Non sto realmente ascoltando le sue parole,sono troppo impegnata a memorizzare il meraviglioso sorriso che io stessa gli ho provocato.

Questo mi ripaga di tutto.

"Sono così contento Blake,non ci credo ancora!" esclama lasciandomi un dolce bacio sulla guancia.

"È bellissima questa collana." dico toccandomela.

"Sono felice che ti piaccia." afferma con un sorriso tenerissimo.

"Sbaglio o sei appena arrossito?" dico con un sorriso beffardo sul viso.

"Sbagli di grosso infatti!"

D'istinto avvolgo le braccia intorno al suo collo costringendolo ad abbracciarmi e dopo pochi si lascia andare contro la mia spalla.

Ci guardiamo negli occhi con le bocche che si sfiorano. Percepisco la piacevole atmosfera che solo noi sappiamo creare. Amore.

Piega il viso avvicinandosi lentamente al mio viso. Non per qualche assurda ragiona ma questo contatto comincia a soffocarmi.

Il cuore batte troppo forte.

Mi stacco velocemente da quel contatto meraviglioso e tutto sembra tornare normale.
Perchè mi sono bloccata? Ogni centimetro del mio corpo avrebbe voluto che appoggiassi le mie labbra sulle sue dando via ad un bacio pieno di scintille.

"Scusami." mormora flebilmente con leggero imbarazzo. "Non avrei dovuto."

"Nate,no. Non scusarti,non è colpa tua." dico accarezzando il suo braccio.

"Vieni con me." dice prendendomi una mano.

Ringrazio che abbia cambiato totalmente discorso,affrontare una conversione dopo un mio rifiuto sarebbe stato imbarazzante.

Un rifiuto involontario.

"Dove andiamo?" domando camminando al suo fianco.

In tutta risposta posa le sue labbra sulla mia tempia. "Lo vedrai."

Mi trascina fino a fuori dal cancello dell'università,
portandomi nel parcheggio.

Davanti a me si trova una moto di ultima generazione,probabilmente.
Non mi intendo di moto,ma questa è davvero bella.

La carrozzeria è di un rosso fuoco,che le dona un aspetto maestoso.

"Ti piace? È una Ducati ST3." dice fiero di questo gioiellino a due ruote.

"Le moto non fanno per me." dico sinceramente. "Nemmeno se ci sono io?"

Mi mordo il labbro sfarfallando le ciglia e sorridendo appena. Non voglio offenderlo,ma avrei voluto rifilargli un chiaro "No!"

"Tieni." mi porge un casco nero con la visiera scura.

"Nate... io,in realtà.."

"Shh fidati e basta." mi interrompe il biondo infilando il casco sulla mia testa e spettinandomi.

Indossa il suo casco anche esso nero e mi aiuta a salire sulla moto. Si sistema davanti a me e intreccia le nostre mani per poi farmi allacciare le braccia intorno alla sua vita.

Appoggio la guancia sulla sua schiena chiudendo gli occhi. Il suo profumo mi avvolge,è così buono.
Sento i muscoli di Nate irrigidirsi e solo ora mi rendo conto di quello che ho fatto.

Mi alzo immediatamente ringraziando di essere dietro e non può vedere le mie guance tutte colorate di rosso.

"Puoi farlo. Mi piace." dice ad un tratto per poi prendermi una mano e baciarla.

"Sei troppo dolce."

"È un male?"

"Assolutamente no,Nate."

Accende il motore della moto e schizza verso la strada. Il vento mi arriva dritto sui capelli rimasti fuori dal casco,mi sento così bene.

Sentire di nuovo l'aria sulla mia pelle è qualcosa di meraviglioso. Mi sembra di tornare a vivere. Essere vicina a Nate e il sole che picchietta i raggi sul mio casco è una sensazione bellissima. Mi è mancata.

Il suono del motore della moto cessa riportandomi alla realtà.
Mi tolgo il casco guardandomi intorno.

"Ma dove siamo?" domando continuando a guardarmi intorno.

"In un parco,secondo te dove siamo?" ribatte con un sopracciglio alzato

"Grazie Nate! Ma io intendo perchè siamo qui?"

"Non lo so. Ci venivo da piccolo con i miei genitori."

È  meraviglioso questo parco. Più avanti si trova un laghetto con una fontanella al centro,c'erano anche due graziosi cigni che ci nuotano.

"È bellissimo!"

"Anche tu Blake."

Un Amore TatuatoLeggi questa storia gratuitamente!