*Psst* Notice anything different? 👀 Find out more about Wattpad's new look!

Learn More

•capitolo 40

15.1K 775 8

POV. BLAKE
"Cosa?" mormora con un filo di voce il ragazzo.

"Ti amo Nate!" esclamo questa volta cercando di sostenere il mio tono e il valore delle mie parole.

"No,Blake! Che cazzo dici?"

Rimango perplessa e delusa da questa sua reazione.

"Nate,cosa dici?" mormoro contro di lui.

Le lacrime minacciano di abbandonare i miei occhi azzurri. Com'è possibile che questo ragazzo è la ragione dei miei sorrisi più sinceri e allo stesso tempo delle lacrime più amare?

Racchiude il mio volto nelle sue mani costringendomi a guardando dritto nelle pozze azzurre che possiede come occhi.

"Devi dimenticarti di me,è la cosa migliore. Per entrambi."

"Ma perchè cazzo!"

Sono arrabbiata e delusa allo stesso tempo. Ho confessato a questo ragazzo i miei sentimenti e l'unica cosa che riesce a dirmi è di stargli lontano. Forse non si rende conto che io non posso lasciarlo neanche se volessi.

"Nate,Cristo! Vuoi spiegare anche a me che cosa succede? Ti ho appena confessato i miei sentimenti e tu non sai dirmi nient'altro. Che cosa ti succede?" esclamo con delusione che maschero con un sentimento di rabbia.

"Blake smettila,non sono cose che ti riguardano." mormora e dal modo in cui i tratti del suo viso sono contratti,posso notare che sta cercando di mantenere la calma.

"Come non sono cose che mi riguardano? Ma ti senti!" quasi urlo ormai troppo arrabbiata e delusa.

I suoi occhi non lasciano i miei nemmeno per un istante e posso vedere come la rabbia stia prendendo possesso del suo corpo lentamente.

Ma perchè quel comportamento nei miei confronti? Che cosa gli impedisce di lasciarsi andare con me? O di parlare? Perchè non vuole parlarmi.

Si passa le mani fra i capelli biondi in un segno di frustrazione.

Mi sorpassa senza guardami negli occhi,puntando lo sguardo sulla grande distesa d'acqua. Questo suo comportamento da bambino comincia a starmi stretto.

Più di una volta provo a rompere questo silenzio calato fra di noi e l'unica cosa che ci guadagno sono sguardi glaciali da parte del ragazzo di fronte a me.

Silenziosamente mi avvicino a lui e gli poso una mano sulla spalla facendo dei piccoli cerchi sulla schiena con l'altra mano libera,posando delicatamente le labbra sul suo collo lasciandoli piccoli e tenero baci,privi di ogni malizia.

Un brivido gli attraversa la schiena ad ogni mio bacio. Allora,forse non è del tutto apatico alla mia vicinanza. Continuo a fargli dolci carezze,senza ottenere mai l'attenzione di Nate che tiene lo sguardo fisso su un punto impreciso dell'orizzonte. Ma una piccola parte di me continua a convincermi che in realtà il ragazzo presta la sua più totale attenzione ad ogni mio movimento.

"Mi dispiace,Nate. Scusami. Ma se solo-" mi blocco prendendo un respiro e mordendomi il labbro inferiore. "Se solo tu parlassi e ti confidassi con me,sarebbe più semplice."

Il ragazzo si volta incastrando i nostri occhi. L'azzurro nei suoi occhi è nitido e... bellissimo come sempre.

"È tardi,dobbiamo andare."

Queste parole spezzano definitivamente il mio cuore. Non vuole affrontare il discorso e non avrebbe potuto dirmelo in modo più chiaro.

***

Entro nella mia stanza notando Scarlett seduta sul letto. La ragazza incrocia il mio sguardo e l'unica cosa che riesco a fare è allacciare le braccia intorno al suo corpo e scoppiare a piangere come una stupida sulla sua spalla.

"Blake... che cosa hai fatto?"

La stringo maggiormente a me supplicandole di non parlare,ma di dimostrarmi solamente la sua amicizia. Le lacrime scendono amare sul mio viso e il mio cuore non può fare altro che battere ad un ritmo incontrollabile.

"Mi ha distrutto,Scar."

Un Amore TatuatoLeggi questa storia gratuitamente!