45

1.1K 46 29

"Ash...tu lo sapevi?"chiede Fede e io la guardo.

"Secondo te sarei shoccata se lo sapessi?"dico e lei abbassa la testa.

"Vabbe,magari sono qua solo per divertirsi da amici"cerca di consolarmi Vale.

"Non credo"dico,scoppio a pingere e mi butto sulla sabbia in ginocchio.

Le ragazze si siedono ai miei due lati e mi accarezzanonla schiena cercando di consolarmi.

"Dai Ash,non piangere ti prego"dice Vale.

"Già,non piangere o fai star male anche noi"continua Fede.

"Spiegatemi come faccio a non piangere"dico.

Mi alzo e loro anche.

Guardo Cameron e Roberta che si divertono,a un certo punto Cam la prende da dietro a la fa girare.

Okay,dopo questo non ce la faccio più,scoppio a piangere e corro fuori dalla spiaggia.

Le ragazze cercano di fermarmi urlando il mio nome,ma io non mi fermo,i piedi mi fanno male e le gambe stanno diventando più pesanti.

Centro una buca e inciampo slogandomi una caviglia.

Non so,chi ce l'ha con me oggi? Cosa potrebbe accadere di peggio?.

"Ash ma che ci fai a terra?"chiede Nash.

Beh... ecco cosa potrebbe accadere di peggio.

"Nash perfavore va via"dico fra le lacrime.

"No,sono un coglione ma non ti lascio così,vieni"dice porgendomi la mano e io cerco di tirarmi su.

Sento dei tacchi,io e Nash ci giriamo ma stranamente non vediamo nessuno,dove sono le ragazze?.

"Ah!"gemo dal dolore per la mia caviglia e ritorno a terra.

"Cos'hai?"chiede.

"Credo di avere la caviglia slogata"dico.

"Merda...ti porto in braccio"

"Cosa?! No tu devi essere pazzo,io non vengo con te,casa mia dista molto da qua"dico e mi accorgo che non piango più ma ho solo in viso umido per le precedenti lacrime.

"Tu porto a casa mia,ci sono i miei,loro ti daranno un passaggio con la macchina a casa tua"

"1 non voglio che tu mi prenda in braccio, e 2 non voglio creare disturbo"

"Tranquilla,non crei disturbo"

"Aspetta,ma tu che ci fai qui?"chiedo.

"Ci siamo trasferiti qui da poco"

"Cosa?!?"

"Già..."

"Spero solo di non trovarti nella mia stessa scuola"

"Veramente grazie,comunque andrò alla Sool School il prossimo anno"

"No questo è un'incubo"

"A quindi ci vai anche tu la"

"Si pur troppo"

"Bene..."

"Smettila"

"Allora,cerchi di collaborare o ti devo prendere con la forza?"

"Mi dispiace ma penso che dovrai prendermi con la forza,io non mi muovo di qui"

"Faciamo una cosa,non ti prenderò in braccio,però dovrai camminare con un piede solo"

"Mi contento così"

Nash mi aiuta ad alzarmi,dopo tanti gemi di dolore metto un braccio attorno al suo collo,mentre lui lo mette attorno alla mia vita.

TUTTO È PERSO SENZA DI TE||Cameron Dallas[IN REVISIONE]Leggi questa storia gratuitamente!