35

1.5K 63 3

Mi sveglio, sono le 11:36, ieri sera sono andata a letto verso mezza notte, e i miei sono arrivati verso le tre di notte, mi alzo pigramente e vato in cucina a fare colazione, ancora non si è svegliato nessuno, quindi decido di prepararmi delle fette con la marmellata di arancia e mangiare nel giardino.

Dopo che ho finito di preparare le mie 4 fette, vado con il piatto e un bicchiere di acqua in giardino, poso tutto nel tavolino di legno e vado in cucina a prendere un bicchere di latte.

Ritorno, mi seggo e inizio a mangiare, mi piace ttantissimo mangiare fuori di mattina all'aria aperta, mi fa risollevare il morale e sopratutto si sentono gli uccellini fischiare, è bellissimo, ti senti subito bene.

Non appena finisco rientro dentro e trovo i miei e mia sorella che fanno colazione.

"Buongiorno tesoro, non pensavamo vossi sveglia"dice mia madre, mentre poso il piatto e i bicchieri nel lavandino.

"Invece si, com'è andato ieri?" Dico sedendomi a tavola.

"Benissimo, è un peccato che non c'eri"

"Pasienza, mi sarei annoiata"

"Ash... non avrai intenzione di vivere la tua vita così fin che Cam non ti chieda scusa, vero?" Dice mio padre.

"Papà... sappi che non ho bisogno delle sue scuse, io volevo solo che si fidasse di me, ma... a quanto pare... non si fida"

"Si... ma non puoi rimanere chiusa in casa in questo modo"

"Papà... so quello che faccio, non appena ricomincia la scuola, il mio stato d'animo si risolleverà"

"Ah... si? Cosa fai in questi sette giorni?"

"Leggerò"

"No tesoro, non vogluoche ti riduci come alle medie"dice mia madre.

"Mamma, fattene una ragione, la mia vita sono i libri"

"Si, ma non puoi dipendere da loro, io sono contenta che tu sia una ragazza studiosa eccetera, ma... non puoi rimanere rinchiusa a leggere"

"Mamma... solo quesi pochi giorni, poi stai tranquilla che ritornerò alla mia solità routine quotidiana e... ci aggiungerò la danza"

"Va bene, ma non ridurti come tempo fa"

"Stai tranquilla" mia madre è preoccupata perchè, quando ero alla medie, non avevo una vita sociale, leggevo e basta, la mia vita sociale erano i libri e la danza, punto, le uniche persone con cui andavo d'accordo erano: i personaggi dei libri, i libri e le mie compagne di danza, a scuola non cacavo nessuno, apparte Tracee e mia sorella ovviamente, ma apparte loro... zero totale.

Dopo le medie, ho iniziato a leggere di meno, ma... la mia situazione sociale era sempre e solo quella, stavo solo con Amber e Tracee, fin che Zac, Justin,Daniel, Elvis e Cameron hanno iniziato a frequentarci, Elvis lo frequentavo a prescindere, ma... non era lo stesso.

Mi alzo dalla sedia e vado in bagno a lavarmi, metto un semplice leggins e una felpa di plaid perchè fa abbastanza freddo, vado in camera mia e mi metto a rileggere Hunger Games, ano questo libro, l'ho letto centinaia di volte, e non mi annoio mai a rileggerlo.

Passata un'oretta sono arrivata a metà libro e mia madre mi chiama perchè è l'ora di pranzo.

Mangiamo pasta con il radicchio, il radicchio mi affascina molto come verdura perchè è viola, il mio colore preferito, e ci sono affezionata.

"Tesoro, non voi proprio uscire?" Chiede mia madre.

"No"

"Tua sorella va al cinema"

TUTTO È PERSO SENZA DI TE||Cameron Dallas[IN REVISIONE]Leggi questa storia gratuitamente!