33

1.5K 59 0

Sono passati 5 giorni da quando non vedo Cam, quando sono tornata a casa pensavo di trovarlo, invece la sua macchina non c'èra, era ritornato a Miami, per tutti quei giorni sono rimasta rinchiusa in casa a non fare niente, chiamavo April per sapere come stava Cam ed era ridotto come me, non si è mosso dalla sua camera e quando è arrivato ha distrutto la lampada del soggiorno e ha scaraventato a terra tutte le cose della sua stanza.

Non mi ha fatto nemmeno spiegare cos'era successo veramente, lui mi ha baciata e io lo stavo respingendo, pur troppo so che lui ha ricevuto una delusione d'amore e non ha avuto una buona reazione, mi sento in colpa e vorrei buttarmi dall'8 piano se ne avessi il coraggio.

Siamo uaciti ora dalla casa della montagna e stiamo salutando i Grier, saluto tutti tranne Nash, non m'importa se posso sembrare scortese o mal educata, ma lui mi ha fatta lasciare con Cam e non ho intezione di rivolgergli la parola.

Entro in macchina e sto zitta, dopo qualche minuto entrano gli altri e in silenzio partiamo, durante il tragitto nessuno apre bocca, ci limitiamo ad ascoltare musica.

Dopo molte ore arriviamo a Miami, prendo la valigia, entro in casa, vado in camera mia e mi butto sul letto, quando affondo la testa sul cuscino non sento il mio solito profumo ma ne sento un'altro molto familiare, quello di Cam, impossibile, lui non verrebbe mai qui, almeno in questo momento.

Continuo ad odorare e sono più convinta che il profumo sia il suo.

Per distrarmi prendo il PC e inizio a chattare con Zac.

-Ciao
-Ciao! a quanto tempo!
-Già, scusa ma ho avuto dei problemi
-Del tipo?
-Amore
-Non avevi detto di essere single?
-Si, ma mi sono messa insieme ad un ragazzo, un'altro mi ha baciata, ho provato a respingerlo, ma il mio ragazzo è arrivato al momento sbagliato e tutto è andato... a puttane.
-Mi dispiace tantissimo per te, spero che quel puttaniere la paghi cara
-Lo spero anch'io
-Che fai?
-Soffro
-Giusto, ma... cosa ti piace fare? Cioè... tipo... cosa ami davvero
-Bhe... la danza
-Allora balla
-Hai ragione, grazie Zac, sei un vero amico
-Prego! Anche tu lo sei ti voglio bene
-Grazie ancora, anche io te ne voglio
-Divertiti
-Ok, un bacio ciao
-Ciao

Spengo il PC e corro in camerino a prendere le mie scarpe da Tip-Tap.

Le indosso e vado in giardino nell'entrata, perchè ci sono i mattoni adatti e le claquette delle scarpe suonano meglio.

Inizio a ballare un vecchio pezzo di Tip-Tap 'Party Rock', ancora dopo tutto questo tempo lo ricordo, è fantastico ballare, ti fa dimenticare tutto e ti fa essere un'altra persone, in realtà,ti fa essere te stessa, moltissime volte io non mi sento me stessa, anzi provo ad essere una persona che non sono e questo mi fa sentire a disagio.

Non appena finisco sento degli applausi e quando guardo fuori dal cancello vedo April, ragazze che non conosco, Justin, Daniel, Tracee, Elvis, Amber e Zac applaudirmi.

"Ash, non sapevo ballassi, sei bravissima!" Si complimenta con me April.

"Bhe... grazie" arrossisco.

"Ha ragione sei bravissima e bellissima" dice Daniel e io arrossisco di più.

"Grazie a tutti, volete entrare?"

"No,grazie, stavamo facendo una passeggiata, vuoi venire?" Chiede April.

"No grazie, non me la sento"

"Ti capisco, andrà tutto bene stai tranquilla, tu sei una persona speciale, fidati"

"Lo spero April, ci hai parlato?"

TUTTO È PERSO SENZA DI TE||Cameron Dallas[IN REVISIONE]Leggi questa storia gratuitamente!