38

1.6K 60 3

Mi sveglio più serena del solito,forse perchè so che oggi ballerò e non solo,rivedrò tutte le mie compagne di danza,spero veramente che mia madre mi faccia continuare,e spero anche di fare il classico.

Mi alzo,apro l'armadio e prendo un leggins nero e una felpa bianca con una scritta nera.

Pur troppo oggi ho educazione fisica,quindi mi tocca anche giocare a chi sa che cosa.

Prendo i vestiti e vado in bagno,mi lavo,mi vesto,non mi trucco perchè mi scoccia e raccolgo i capelli in una semplice coda.

Esco dal bagno e vado a mettere le mie scarpe da tennis che sono nere con la suola bianca,molto semplici,a me non piacciono le cose troppo colorate.

Vado in cucina e faccio colazione con tutti.

"Ash... ma non avete verifica?"chiede mia madre non appena inizio a mangiare.

"Beh... ora che mi ci fai pensare... si ne abbiamo una"

"Quando?"

"Credo lunedì"

"Credi... oggi è venerdì,è meglio che ti metti a studiare"

"Si mamma..." dico alzando gli occhi al cielo.

"Che verifica è?"

"Algebra"

"A ok..."

Perfetto,forse ora starà zitta,odio quando mi chiede delle verifiche,perchè ogni volta mi dice di studiare e solo studiare.

Non appena abbiamo finito di fare colazione io e Amber come al solito salutiamo i miei e andiamo a scuola con la sua macchina,tra poche settimane mia sorella non avrà più le stampelle,e io non posso che essere felice per lei.

"Ash... ma... quindi ti sei messa con Elvis?" Chiede.

"Si,scusa se non te l'ho detto prima"

"Figurati,sono felice per te,almeno... spetti di pensare a Cameron"

"Già..."come se ora non lo stessi pensando.

Arriviamo a scuola e andiamo nei nostri armadietti, metto lo zaino dentro e andiamo in palesta.

Odio educazione fisica,e come se non bastasse è pure a prima ora.

Entriamo nei camerini,ci cambiamo ed entriamo in palestra.

Quando la prof. Non ci vede Elvis viene e mi saluta con un bacio e io non posso fare altro che sorridere per il suo gesto.

"Allora ragazzi... schieratevi,mascho contro femmine"

Facciamo come dice la prof. E ci mettiamo l'uno di fronte all'altra,e indovinate chi ho di fronte? Si,proprio Cameron che non smette di fissarmi,sposto lo sguardo sulla prof. Che ha ripreso a parlare.

"Oggi faremo una gara di corsa,guardate bene chi avete davanti perchè sarà il vostro compagno"

Perfetto,andiamo già alla grande.

"Sarà una corsa a tempo,la coppia che arriverà al traguardo nel minor tempo possibile vince,forza,COPPIE!"dice come sempre battendo le mani sull'lultima parola.

Mi avvicino a Cameron ma non troppo,mentre lui ha quel maledetto sorriso stampato in faccia,sembra un ebete.

Tesoro fattene una ragione,è troppo bello.
Scusami,chi sei?
Sono la tua coscienza idiota.
Ehi!non ti permetto di parlarmi in questo modo
Guarda che io sono te e tu sei me,pur troppo
Ma va...
Senti,lascia quello scemo e mettiti dinuovo con lui,insomma... non lo vedi quant'è bello?
Senti te ne vai?
Guarda che sei tu a farmi parlare
Come no? Vattene dalla mia testa!

TUTTO È PERSO SENZA DI TE||Cameron Dallas[IN REVISIONE]Leggi questa storia gratuitamente!