Capitolo 36

22.2K 1.2K 164

Ritornammo al castello, ed ormai il sole era tramontato.

Ero in ansia per Rosi, e dopo il duro allenamento non vedevo l'ora di rivederla e sapere come procedessero i preparativi.

Quando aprii il grande portone, vidi l'interno del castello decorato con mazzi di rose nere e rosa.

"Tipico di Rosi"

Lungo la grande scalinata, vi era stato steso un grande tappeto rosso e il tavolo in legno al centro della sala era lucido come non mai.

-Cavolo tua sorella si è data da fare!- esclamo io guardandomi attorno, osservando il gran numero di servitori che camminavano indaffarati per il castello.

-Già ... A proposito del matrimonio ...- inizia il ragazzo mettendosi le mani fra i capelli.

Ecco ora cosa succede?

-Domani sera dovrò partecipare alla festa come futuro re, e futuro sposo di Camille ... -

Me lo aspettavo ... Dopo tutto si tratta del principe dei vampiri, la sua immagine è tutto.
Eppure, sono così infastidita!

-Capisco ...- sibilo tristemente, dirigendomi verso la camera della Vampira dai capelli bianchi.

-Mi auguro comunque di vederti bella come non mai ...- fa il ragazzo, venendomi dietro.

-Io auguro alla tua futura sposa di starmi ad almeno dieci chilometri di distanza- ringhio scocciata, entrando dentro alla camera della principessa, lasciando Axel fuori.

Quando entro dentro alla stanza, la bellezza della immortale, illumina i miei occhi. Lady Mariam e Sophie assieme a due serve osservavano la meravigliosa vampira dagli occhi blu ed i capelli bianchi, con indosso il sontuoso e stupendo abito da sposa -Rosi ma sei una favola!- esclamo io sbalordita, osservando l'abito nero pece.
Si trattava di uno classico abito da principessa, dal corpetto decorato con ricami argentei e la gonna vaporosa piena di balze, la quale si allungava per almeno due metri.
Il meglio era il velo rosso scuro che gli copriva il volto delicato e dolce, dandogli un aria misteriosa e passionale.

-Grazie Lyä ...- mi risponde con grazia la giovane.

Le due mogli di Vladimir mi guardano, chi con amore chi con odio, ma nessuna delle due sembra volermi togliere gli occhi di dosso.

Devo scusarmi! Devo ringraziarla!
Insomma qualcosa devo fare!

-Rosi, non sai quanto mi dispiace!- dico io mortificata, andandole incontro.

Questa si gira verso di me sorridendomi -Oh Lyä, non preoccuparti! Infondo mi sto per sposare! Dovresti essere entusiasta come me! Se non altro ho avuto la fortuna che nelle decorazioni per la cerimonia, il pessimo gusto di Vladimir, non influisse con il mio stile- scherza dolcemente questa, facendo ridere sia me che le presenti -Se non ti dispiace, vorrei chiederti un favore-

-Qualsiasi cosa, sono in debito con te!-

-Vorrei che mi facessi da Sacrilegia-

"Ma cosa cazzo ...?!"

-Ma certo! Che cos'è?!-

-La Sacrilegia è ... Come spiegarti ... Come una testimone in un matrimonio fra umani ... Dovrai soltanto accompagnarmi, e giurare di restare sempre al mio fianco nel bene o nel male ... E ... Ecco ... Il tuo compito sarà quello di proteggere i miei futuri figli, a costo della vita ... Dovrai giurare difronte al re dei vampiri, difronte a me- mi spiega la ragazza guardandomi con occhi pieni di speranza.

-Cosa?! Io?! Rosi, ma sei impazzita? Io sono un Licantropo! Acerrimo nemico dei vampiri! Non so nemmeno se dopo la missione fra i banditi e gli esiliati sarò ancora viva e tu vuoi affidarmi la protezione dei tuoi figli?!- è così sciocco da parte sua. Non che non ne sarei onorata, ma è un ruolo troppo importante per me. Sono sicura che sono Vampire molto più qualificate della figlia di Becken Wolf.

La ragazza Lupo [in revisione]Leggi questa storia gratuitamente!