Capitolo 37

20.1K 1.3K 259

Dopo le parole di Rosi, tutti i presenti uscirono dal castello, per dirigersi in giardino, di fronte alla grande fontana in marmo.
Rosi e Nathan, camminavano l'uno di fianco all'altro, verso il re dei Vampiri che si trovava in piedi sul bordo della fontana, in tutta la sua eleganza e bellezza.

-Nathan, capitano delle guardie reali. Avvicinati!- disse ad alta voce il Conte, attirando la mia attenzione e quella dei presenti. Il vampiro fece come ordinato e lasciò la compagna per dirigersi verso il suo re -E tu, Rosi, figlia mia, ed eterna principessa delle tenebre, raggiungi il tuo sposo-
E così fece.

"Accidenti che serietà!"

Axel, affianco a me, osserva la scena con un gran sorriso.

Rimango colpita da lui, dai suoi occhi neri che in questo momento splendono di una luce mai vista prima; come i raggi del sole che all'alba scacciano le tenebre, ora quelle iridi nere si stanno illuminando di gioia e felicità.

Non l'ho mai visto così ...
È ancora più bello del solito.

-Lupetta, so di essere la perfezione in persona, ma ti sarei grato se ti concentrassi sulla cerimonia. Come ti ho già detto non voglio che girino voci indesiderate- mi bisbiglia all'orecchio il giovane, sorridendomi malizioso.

Io alzo gli occhi al cielo esasperata, per poi riconcentrarmi nuovamente sui due sposi  -Sai ... Sei bello quando sorridi- dico in un fil di voce, senza neanche guardare in faccia il principe.

Perchè diavolo l'ho detto!
Accidenti a me!

"Stupida! Stupida!"

Inaspettativamente, Axel mi afferra il mento con un dito, costringendomi a guardarlo negli occhi -Lo so. Io sono sempre bello- si pavoneggia ridacchiando compiaciuto di tali parole.
Come smentirlo ... Ha degli occhi così belli ... Potrei restare ore a fissarli.

-Pecchi di superbia Vampiro- dico io liberandomi bruscamente dalla sua presa.

-Dopo la Lussuria è uno dei miei preferiti- continua questo divertito, rinfilando le mani in tasca.

Ma come fa ad avere sempre la battuta pronta?!
È così fastidioso!

Guardo Rosi dinnanzi a me ... E ... È ... bellissima ... Non credo di aver mai visto una Vampira così bella ... Così ... Felice.

-Nathan, giuri sulla tua esistenza di proteggere in eterno la tua compagna. Di donarle il tuo sangue ed il tuo corpo, la tua spada ed i tuoi poteri affinché lei possa esistere in ricchezza e perfezione?- domanda Vladimir, afferrando il polso del vampiro, tagliando il palmo della sua mano
-Lo giuro- risponde il belloccio dagli occhi verdi.
A quelle parole, Il Conte porge la mano tagliata a Rosi, la quale si affretta a bere la dolce linfa rossa che esce dal taglio.

Ma che razza di unione è mai questa?
Per noi Licantropi è tutto più sentimentale, mentre per loro è tutta una questione di sangue.

-E tu Rosi, prometti di essere sempre pronta ad aiutare il tuo amato. A sostenerlo a donargli tutto ciò che tu possiedi?- in quel preciso istante, Vladimir compie lo stesso procedimento fatto a Nathan, tagliando con un pugnale dorato la soffice pelle pallida della principessa.

-Lo giuro- dice infine questa, sprofondando nei furbi occhi del vampiro. E così anche il capitano delle guardie reali incomincia a nutrirsi della compagna.

-Principessa Rosi scegliete la vostra Sacrilegia- grida con orgoglio il Conte.

A quel punto la vampira dai capelli bianchi si volta verso la folla, cercando il mio sguardo fra i numerosi occhi rossi degli invitati -Lyä Wolf, la principessa dei Sangue di Lupo- dice infine questa, dopo aver incontrato i miei smeraldi verdi. 

La ragazza Lupo [in revisione]Leggi questa storia gratuitamente!