*Psst* Notice anything different? 👀 Find out more about Wattpad's new look!

Learn More

Capitolo 28

3.8K 155 6

POV.S LAURA

Arrivammo al ristorante, Leo da gentil uomo mi aprì lo sportello aiutandomi a scendere e ci avviammo al ristorante.

Il ristorante era lussuoso, era molto elegante e moderno.
'Desiderate?'

Chiese il cameriere con lo smoking.

'Un tavolo per 2'

Il cameriere a quella affermazione ci vece strada per andare al nostro tavolo.

'Avete deciso cosa prendere'
'Si io vorrei un riso ai funghi tu amore?' mi chiese Leo.

'Per me è uguale anche io'

Il cameriere se ne andò e restammo da soli, non c'era molta gente, beh meglio. Vedevo Leo molto agitato e non so neanche il perchè..
'Oii che succede?'
'Nulla perche?'
'Sei agitato si vede'
'Non ho niente amore tranquilla..'
'Va be allora io vado un attimo in bagno.'
'Vuoi che ti accompagno?'
'Ce la faccio'

Andai in bagno perche mi stavo pisciando sotto.

POV.S LEO

Dio si notava così tanto che ero agitato? Ok adesso mi devo calmare cazzo.

Appena verrá farò quello che devo fare.

Aspettai ancora qualche minuto ed eccola che la vedo spuntare da lontano.

Dio che bella.

'Eccomi'
'Laura devo dirti una cosa'
'D-dimmi' disse con voce tremante era spaventata si vede dalla faccia..

'No amore tranquilla non e nulla di brutto'
'Dimmi amore'
'Allora..' mi alzai mi avvicinai a lei e mi inginocchiai, presi l'anello che comprai oggi pomeriggio e aprii il pacchetto mostrandogli l'anello.
'Ti va di essere mia per sempre?'
'Oddio Leo..' sussurrò

'Sisisisiiii' disse con le lacrime agli occhi gli infilai l'anello al dito, mi alzai e l'abbracciai per poi dagli un bacio.

'Ti amo'
'Ti amo'

POV.S LAURA

Lo amo

Lo amo

Lo amo

Ho giá detto che lo amo?

Allora davvero si sta impegnando? Che bello sono così contenta anche se mi ha fatto del male...

'Leo devo dirti una cosa'
'Dimmi amore'
'Non ti piacerá'
'Così mi fai preoccupare cosa è successo?'
'Stavo di nuovo crollando..'
'In che senso?' non riuscivo a mostrargli i tagli.

'L'ho rifatto'
'Oh ma sei così coglione?'

Presi coraggio e alzai la manica del cardigan..

'Ma...ma che cazzo hai fatto?' era incredulo.
'Lo so sono stupida, non lo farò più' cominciai a singhiozzare, mi sentivo così stupida. Leo mi abbracciò.
'Ehi piccola non piangere, non lo farai più adesso io non ti mollo più capito? Starai con me 24 su 24 e terrò d'occhio sempre.'

Annui e mi diede un bacio a fior di labbra.

Dopo le dichiarazioni, la cena prosegui a meraviglia, mi disse anche che era riuscito a prendere un'appartamento e che presto ci adrá a vivere.

I'M PREGNANT.Leggi questa storia gratuitamente!