Capitolo 14

4.9K 182 4

Ecco che eravamo davanti casa, durante il tragitto Leo mi disse che stava da seba finchè non trovava un piccolo appartamento e si era pure scritto nella mia stessa scuola, perfetto allora aveva davvero preso la cosa sul serio, sono contenta di tutto quello che fa per me e il bambino, lui viene da una famiglia ricca quindi i soldi non sono un problema, penso anche di perdonarlo perche alla fine la cosa non era facile da accettare e poi si sta impegnando e qui con me e penso che non se ne andrá più.



Presi le chiavi dalla borsa e misi la chiave nella serratura appena aprii la porta vidi Lucas con mia madre seduti nel divano, Lucas appena vide Leo gli andò contro tirandogli un pugno nel labbro dove gli si gonfiò e gli uscì del sangue.

'Guarda che cazzo hai fatto a mia sorella porca puttana a solo 16 anni e guarda che responsabilitá gli hai messo addosso, per 4 mesi gli hai fatto affrontare tutto questo da sola e ora dal nulla vieni qui senza problemi, ma io ti ammazzo'

Mi misi davanti a Leo prima che lo menasse
'No basta, ora e qui e vuole prendersi cura di suo figlio, basta'
'Non dirmi che lo hai perdonato..' mi chiese deluso Lucas

'Si e trasferito qui per noi'
'Non ci posso credere'

Mi disse prendendo la sua giacca per poi uscire di casa infuriato. Non sapevo cosa fare avevo deluso il mio eroe, l'unico uomo che mi e rimasto accanto nel momento del bisogno, non avevo forze e non avevo neanche il coraggio di andare dietro a Lucas prenderlo e chiedergli scusa.

Presi la mano di Leo e me lo trascinai sù in camera, si sedette nel letto mentre io andai a prendere il disinfettante e il cotone in bagno, tornai in camera e lo vidi navigare in stanza, stava guardando un'ecografia del bimbo.
'Vieni siediti dove eri che ti medico'
'Ok'

Si sedette e io rimanetti in piedi, era messo al livello della pancia e ad un tratto alzò la maglia e io mi irrigidì lo guardai male, ma lui non ci fece caso e mi baciò la pancia. Da quel gesto mi commossi e dopo aver finito gli saltai addosso e ci coccolammo per un po finchè non ci addormentammo abbracciati le sue braccia circondavano la pancia ed eravamo dolcissimi.

I'M PREGNANT.Leggi questa storia gratuitamente!