Capitolo 29

4.3K 152 3

La cena andò a confie vele e devo dire che è stato un compleanno bellissimo. Oggi avrei fatto anche 5 mesi e domani avrei avuto la solita ecografia per vedere come cresceva il mio Christian. Mi svegliai accanto a Leo dato che ieri sera l'avevo invitato a dormire da me per chiudere in bellezza il mio giorno.

'Ehi amore miioo? Ti svegli??'
'Mhhmm no'
'Dai dobbiamo andare a scuola.'
'No'
'Si alzati ti butto di nuovo il secchio d'acqua'
'Ok mi alzo ma mi dai un bacio?'

Gli diedi un bacio, stavo per staccarmi ma lui premette sulle labbra trasformandolo in passione.

'D-dai -a-alzati' dissi con fatica dato che continuava a baciarmi.
'Uffa'

Ci alzammo, lui come sempre di malavoglia, io andai a farmi una doccia mentre Leo si vestì.

Quando finii mi vestii, asciugai i capelli, mi truccaie scesi.
'Buongiorno famiglia Lopez'
'Hahaha buongiorno piccola' disse papá.

'Amore cosa vuoi per colazione?'
'Non lo so quello che vuoi'
'Amore io fra due settimane devo di nuovo andare in missione'
'No davvero?'
'Si, ma ti prometto che quando dovrá nascere il piccolino verrò'
'Lo spero perche se no ti ammazzo'
'Hahaha'

Finimmo di mangiare e io e Leo ci avviammo verso scuola, durante il tragitto parlammo del più e del meno come al solito..


Arrivati a scuola una marea di studenti passeggiavano per i corridoi aspettando la campanella.

'Ehi ragazzi' si avvicinò Seba da noi
'Ehi Seba' rispose Leo.
'Come state? Sai mi mancherá vederti s casa a giocare alla play mentre quelle bellissime ragazze si divertono con noi.'

Disse Seba scherzoso, ma io me la presi perche non sopportavo più il fatto che continuassero a farlo apposta tutti e due.

Guardai Leo fulminante, staccai la sua mano con la mia e me ne andai senza dire una parola, cazzo ma si divertivano così tanto a farmi incazzare?

'Amore aspetta, stava scherzando dai' disse Leo seguendomi.

'No basta!'
'Dai amoreee'

Non gli diedi retta e tirai dritto fino a quando non raggiusi il mio armadietto, in lontananza vidi i ragazzi vennero verso di me.
'Ehi Laura come stai?'
'Bene Michael grazie tu?'
'Bene dai'

Leo intanto era vicino a me che continuava a fissare la pancia.

'Che hai da guardare ti fa senso?'
'Ma va non posso guardarla?'
'No tu non devi guardare nulla di me ok? Vai a guardare la tua amica Jessy'
'Oh e vero la mia amica Jessy e da molto che non la sento'
'Vai io vado in classe visto che è suonata'
'Ciao amore dammi un bacio'
'Ma te lo sogni'
'Allora non ti lascio andare'

Mi blocco i polsi stringendoli legermente.
'Ma fattelo dare da Jessy'
'No io lo voglio dalla mia ragazza'
'Davvero?'
'Si'

Mi avvicinai piano piano, intanto la presa dei polsi si rallentava e quando stavo per avvicinarmi lui mi mollò e io mi spostai lasciandolo lì da solo facendo una figura di merda.

'Ciao amore a dopo' lo salutai prima di entrare in classe.
'Dopo le vedrai delle belle sai amorr'

Gli sorrisi ed entrai in classe, avevo l'ora di chimica, dio quanto odio chimica.

Le ore passavano e giuse la fine della giornata.

Leo durante la giornata continuava a stuzzicarmi quindi io da ragazza furba dopo a casa visto che eravamo da soli gli avrei dato una lezioncina.

I'M PREGNANT.Leggi questa storia gratuitamente!