*Psst* Notice anything different? 👀 Find out more about Wattpad's new look!

Learn More

Capitolo 6

5.8K 191 5

Alla fine decisi di andare a questa festa scrissi a Anna che ci sarei stata e alle 20.30 sarebbe venuta a prendere.

Era ora di prepararmi e optai per una gonna a ruota a vita alta che riusciva a coprirmi il riconfiameto anche grazie alla pancera poi sopra mi misi una maglietta rosa con una scritta, hai piedi misi le scarpe con delle piccole zeppe. Per il trucco optai l'aylaner nero, mascara e un rossetto fuxya ed ero pronta.

 

Era arrivata l'ora di andare, Anna mi stava aspettando in macchina io mi diedi l'ultima occhiata poi salutai mamma e lucas che erano un po arrabbiati con me perche non volevano che io andassi nelle mie condizioni ma non mi interresava cazzo sono pur sempre un'adolescente quindi mi comporto da tale.

Andammo alla festa,  c'era una marea di gente tra cui anche Seba che si stava facendo un'altra ragazza mora, cazzo allora e vero che e un puttaniere bah..

Anna voleva offrirmi un drink lo accettai per non fargli immaginare nulla, ma non lo bevvi feci finta di sorseggiarlo. Andammo pure a ballare, ma non ballai molto perche mi affaticai molto, conobbi anche molte persone, tra gli amici di Anna a altre persone. Avevo conosciuto Michael, Alex, Jemis, e anche un'altro ragazzo con lo stesso nome del mio ex ragazzo Leo, erano tanto simpatici, c'era Michael che faceva delle battute con alex da farti morire dalle risate. La festa andò alla grande, mi divertí molto, Seba si avvicinò a me solo una volta d puzzava di alcool, ed era ubriaco fradicio tantè che aveva cercato di baciarmi ma mi allontai subito, ma del resto va tutto bene.

Sono le 23.50 e comincio ad avere delle fitte allo stomaco quindi, vado in bagno, lo trovo occupato e adesso che faccio? Cerco di resistere evado fuori dove penso che non ci sia nessuno cerco di respirare regolarmente e calmarmi ms non ce la faccio vorrei strapparmi via questa pancera ma non posso, mi massaggio un po la pancia, ma scoppio in un pianto isterico per i miei ormoni ma anche perche non ho mai avuto queste fitte e ho paura, mi metto a sedere a terra nel retro della casa dove non ce nessuno e chiamo a Lucas il mio eroe. Dopo vari squilli rispose.

'Pronto?'
'Ehi Lucas, mi vieni a prendere sto avendo delle fitte allo stomaco insopportabili'
'Si certo arrivo subito, tu stai calma capito?'
'Si e non dire nulla a mamma inventa una scusa'
'Ok'

Staccai intanto continuavo a massaggiarmi la pancia e sembrava calmarsi un po ma continuava a farmi male, provai ad alzarmi ma non ci riuscivo quindi rimanetti seduta ancora in lacrime, dopo qualche minuto venne Lucas.

'Tutto bene?'
'Nou' dissi con le lacrime e con una smorfia di dolore.

'Cosa faccio?' disse agitandosi

'Aspetta ti prendo in braccio e andiamo all'ospedale ok?'

Fece per prendermi ma lo bloccai perchè avevi paura che se mi muovevo mi faceva ancora più male.

'Nonono non toccarmi ti prego'
'Ascolta Laura dobbiamo andare all'ospedale'
'Aspetta, ti devo dire una cosa'
'Dimmi muoviti che mi sto agitando sembro io quello incinto'
'Ho la pancera, devo togliermela e questo il problema'
'Cos'è sta pancera?'
'E tipo una maglia stretta che riesce a tirarti la pancia e i fianchi ed e strettissimo per il bambino'
'Oddio allora sei davvero stupida e immatura toglila allora'
'Non riesco a muovermi aiutami tu'

Mi alzó la maglia che era dentro la gonna e con delicatezza senza muovermi la pancia per paura di farmi male mi tolse la pancera e io mi liberai tirai un sospiro di sollievo, il dolore scomparve e Lucas finalmento mi prese in braccio e andammo all'ospedale per sicurezza, durante il tragitto inviai un messaggio ad Anna per digli che tornavo a casa ma non mi rispose sicuramente si stava ancora divertendo alla festa.  

I'M PREGNANT.Leggi questa storia gratuitamente!