*Psst* Notice anything different? 👀 Find out more about Wattpad's new look!

Learn More

capitolo 5

5.1K 191 0

La lezione andava avanti tranquillame, l'unica cosa che c'era che non andava era quella ragazza che continuava a fissarmi..

'Hm-hm-hm' fece un verso per attirare la mia attenzione, la guardai e lei si presentò.
'Ciao io mi chiamo Anna'
'Ciao io mi chiamo L...' non mi fece finire che intervenne subito.
'Si lo so ti chiami Laura, sai qua gira subito la voce poi soprattutto se stai con il ragazzo più popolare della scuola' mi disse indicando Seba..

'Oh davvero?'
'Eh si, quindi ti do un consiglio: stagli lontana poi diventerai un suo giocattolino, sai e un puttaniere anche se è un figo da paura'
'Non sembra un puttaniere, ce voglio dire che quando ci siamo presentati era così dolce.'
'Bah io ti ho dato solo un consiglio, poi vedi tu' detto questo la campanella suonò e tutti uscirono compresa io.

Arrivai nel mio armadietto e vidi Seba limonarsi con una ragazza con i capelli biondi e lisci, snella, con occhi azzurri. Sicuramente la sua fidanzata. Dopo aver messo tutto apposto tutti i libri, andai in bagno a togliermi la pacencera che cominciava a farmi male. Chiamai a Lucas per farmi venire per ero troppo stanca per camminare, mentre aspettai lucas fuori da scuola si avvicinò a me Anna che non so cosa ci faceva ancora qui visto che non c'era più nessuno..

'Ehi Laura, ti va di venire con me e i miei amici a mangiare una pizza?'

'Ehmm sinceramente sto aspettando mio fratello che a momenti e qui quindi...'

'Dai per favo're ti diverti e poi conoscerai nuove persone'

'No davvero, nel caso facciamo un altrò giorno'
'Allora visto che non vuoi venire adesso ti invito ad una festa che si terrá stasera a casa di un mio amico ok? E adesso se mi dici di no ti uccido'
'Emmh ok vediamo ti do conferma stasera'

'Ok allora mi fai il tuo numero?'
'Certo'

Glielo diedi e se ne andò e dopo 2 secondi venne anche Lucas, montai in macchina e ci dirigemmo verso casa, durante tutto il tragitto parlammo del più e del meno e mi raccontò che aveva conosciuto una ragazza incinta, che era sola e che stava cercando qualcuno che si prendesse cura di lei e del suo bambino dato che il suo ragazzo e in carcere..

Tornammo a casa, mangiammo la pasta al pomodoro, andai a fare il mio riposino dato che stasera ci sarebbe stata una festa che ancora non sapevo se andarci o no.

I'M PREGNANT.Leggi questa storia gratuitamente!