Dodici

895 31 0
                                    

Entro in stanza e vedo Nicolò guardarmi.

Io: mi sciupi! La finisci?
N: ma chi ti guarda
C: tu

Ridiamo e Nicolò mi porta fuori dalla porta.

Io: che cavolo ti prende?
N: dobbiamo parlare
Io: okay, parla
N: non qui, andiamo in piscina
Io: non ho il costume
N: prendilo
Io: e l'allenamento?
N: oggi pomeriggio!!!!

Annuisco ridendo e dopo aver preso il mio costume andiamo in piscina.
Mi cambio nel bagno degli spogliatoi e  lo raggiungo.

Mi cambio nel bagno degli spogliatoi e  lo raggiungo

Oops! Questa immagine non segue le nostre linee guida sui contenuti. Per continuare la pubblicazione, provare a rimuoverlo o caricare un altro.

Chissà di che cosa voleva parlare.
Mi guarda, non dice nulla e mi siedo accanto a lui.

Io: bene, che mi volevi dire?
N: volevo sapere se per te le cose sono cambiate dopo quel bacio..
Io: oh ehm.. no, perché?

Mento.

N: no cosi...

Mi tuffo in acqua e lui mi segue.

N: Sara...
Io: si?

Mi prende la mano
Si avvicina al mio viso ma sentiamo un rumore dietro alla porta.

Io: lorenzoooo, cirooo

Dico uscendo dalla piscina.

Io: vi ammazzo
C: stavamo solo passando di qui
Io: cosa nel cellulare? Fa vedere bruttooo
L: nono ormai abbiamo le prove che state assieme
Io: ma se nemmeno mi ha baciata!
N: cosa succede?
Io: chiedi hai tuoi amici
N: dammi quel cellulare Ciro
C: troppo tardi, ormai tutta la squadra lo sa
Io:sapere cosa, che non lo sopporto

Lui mi guarda confuso e quasi triste.

L: dalla foto non sembra proprio
Io: vi odio andate a fanculo

Prendo le miei cose e sbattendo la porta della piscina torno in camera mia.

F: ei ei che succede
Io: lo sai, non rompere

Mi guarda confuso e mi segue in balcone.
Non feci in tempo ad accendermi una sigaretta che lui me la tolse di mano rompendola.

Io: Federico che diamine le ho contate, fatti i cazzi tuoi
F: no, tu queste le devi togliere di mezzo
Io: non sono affari tuoi, non ti deve import

svengo.

Federico pov's

Le metto il suo vestito azzurro addosso e la porto in infermeria e un'infermiera mi dice di appoggiarla su un lettino.
L'ascolto e dopo poco Sara si sveglia.

Io: che ha dottoressa?
D: si è agitata per caso?

Guardava per terra.

Io: si
D: aveva la pressione altissima ed è svenuta, dopo questo flebo starai bene
S: no no basta aghi

Amore e Odio in NazionaleDove le storie prendono vita. Scoprilo ora