Dieci

884 33 0
                                    

Finisco e lui si mette di fianco a me spostandomi leggermente su un lato.

N: devo lavarmi le mani

Mi metto l'intimo e mi tolgo l'accappatoio.
Mi guarda sorridendo.

Io: chi è che guarda ora?
N: eh?

Rido il doppio, mi metto il pigiama e vado dai miei amichetti napoletani.
Mi siedo accanto a loro.

L: beh direi che per me è un buon baratto questo
C: HAHAH
Io: scemo, povero Fede
N: se vi alzare dal mio letto magari

Io e Lorenzo sbuffiamo ed ogniuno di noi va nel proprio letto.
Mi giro verso il letto sperando di avere Ciro dalla mia parte ma così non era.

Io: dio mio, pure gli incubi devo fare sta notte
N: sei proprio insopportabile
Io: Ciro ma cose? Ferragosto? Fa freddo! Chiudi quelle finiste!
L: si certo haha
Io: ah lore' affacciati n'attimo

Gli lascio un bacino e lui ride.

Io: buonanotte
L: notte sarina
C: manca un bacino qua, mi sa

Faccio finta di non sentire e loro ridono.

Mi addormento nemmeno dopo cinque minuti.

Lorenzo pov's.

Io: smettila di guardarla che la consumi.
N: è più forte di me, non posso non guardarla è così tranquilla quando dorme
C: cotto!
Io: sai che Fede mi ha detto che ha visto la tua foto sul cellulare?
N: si lo so... E da quando l'ha vista è ancora peggio di prima
Io: dovresti parlarle
C: ha ragione Lorenzo
N: non me la sento...
C: siete entrambi troppo orgogliosi, vedremo chi cede per primo

Ridiamo e ci addormentiamo anche noi.

*Mattina seguente*

Sara pov's.

Mi sveglio sbadigliando e sento un silenzio pazzesco.
Tutti e tre stavano ancora dormendo.
Quindi decido di stare ancora un po' a letto e mettendomi le cuffiette guardo il cellulare.
Ciro si sveglia e mi dice di andare vicino a lui.

C: buongiorno Sara
Io: buongiorno ciruzzo

Lui ride e mi coccola.

Io: uuhm mi ci potrei abituare a tutte queste coccole

Ciro sorride e mi dice di guardare Nicolò mentre dormiva.
Era così bello mentre dorme.

C: bello è?
Io: non ci casco nelle tue trappole caro ciruzzo

Ride e Nicolò si gira dall'altra parte.
Si sveglia dopo poco e la prima cosa che dice è

N: dov'è la sclerotica

Si gira e mi trova vicino a Ciro.

C: a prendere le coccole mattutine
Io: scemo haha

Resto ancora cinque minuti con Ciro e poi scendiamo a fare colazione.

Io: chi mi presta una maglia? La mia si è sporcata quella di ieri
N: l'armadio è pieno scegline una che vuoi

Annuisco e ne scelgo una più piccola e corta che pensavo fosse di Lorenzo.

N: è una delle mie preferite, stacci attenta
Io: nono se è tua sta bene nell'armadio

Io e Ciro ridiamo e lui sbuffando esce dalla stanza.

Amore e Odio in NazionaleDove le storie prendono vita. Scoprilo ora