Due

958 34 1
                                    

Mi sveglio con il suono fastidioso della mia sveglia che mi suona ripetutamente nelle orecchie.
La spengo e mi alzo, mi lavo la faccia, i denti, per poi vestirmi e scendere a fare colazione.

Esco dalla stanza e sta volta non era Federico, ma un ragazzo biondo ad uscire dalla sua stanza

Oops! Questa immagine non segue le nostre linee guida sui contenuti. Per continuare la pubblicazione, provare a rimuoverlo o caricare un altro.

Esco dalla stanza e sta volta non era Federico, ma un ragazzo biondo ad uscire dalla sua stanza.

X: Baby Mancini?
Io: cavolo guardi
X: qui qualcuno si è alzato male sta mattina

Esce anche Federico.

F: no Nico è proprio così sempre

Sbuffo e scendo per andare a fare colazione, morivo dalla fame.
Mi siedo in un tavolo da sola, ma la ia solitudine durò ben poco.
Si avvicinarono a me Insigne ed Immobile.
Loro era impossibile non conoscerli.

L: buongiorno Sara, possiamo sederci?
Io: certo

Dico mentre giro lo zucchero nel mio cappuccino.

C: buongiorno
Io: buongiorno a voi ragazzi
La: ah non mi sono presentato io sono Lore
Io: Lorenzo Insigne
C: uu già ti conosce
Io: zitto Ciro
L: anche a te a quanto pare

Arrivano anche Federico e Nicolò che si siedono a loro volta.

F: solo me e Nicolò non conosci?
Io: può essere

I due napoletani se la ridono, così come faccio io che non riesco a trattenermi.

N: che antipatica che sei
L: non è vero è troppo simpatica
C: conformo
Io: sisi grazie mangiate
F: sta mattina proprio storta storta eh?

Gli faccio una smorfia ed insieme ridiamo.

L: ci sarà da divertirsi qui!
Io: non vedo l'ora guarda
C: hahaha, io già ti adoro
L: ma è vero che ieri sera mentre Federico era in camera tua è arrivato tuo padre?
F: Lorenzo! Dai però
Io: ma complimenti

Dico alzandomi e portando la mia tazza usata al bancone.
Vado a prendere la mia macchina fotografica ed anche Laila.
Esco per farle fare pipì ed incontro un ragazzo a dir poco affascinante con la maglia della nazionale addosso.

X: Eila Mancini!
Io: ciao
X: sono Matteo Pessina, piacere di conoscerti
Io: piacere mio

Cerca di non sbavare Sara, pensai.
Lui mi sorrise ed era veramente perfetto.
Tornai in me e mi fa strada verso il campo.

M: e questa bellissima cagnolina?
Io: Leila è la mia bimba bella, vero amore di mamma

Dico guardandola e lei tutta felice scodinzola.

Io: ora vedrai agli allenamenti, si metterà in un angolino e non si sentirà nemmeno
M: si vede che è molto obbediente

Arriviamo al campo e lui inizia a fare stretching, mentre aspetta i suoi compagni.
Arrivano Chiellini, Bonucci e Donnarumma.
Mi salutano e si preparano.

Amore e Odio in NazionaleDove le storie prendono vita. Scoprilo ora