Quindici

872 34 0
                                    

Ballo tutta la notte con i ragazzi della nazionale finché non mi facevano male i piedi e mi tolgo le scarpe.
Ciro mi prende per mano e mi porta di corsa verso la piscina e mi guarda dicendo

C: pronta?

Annuisco ed insieme ci tuffiamo.
Appoggio la felpa di fede accanto alla mia borsa e mi tuffo in acqua con Ciro.
Poi arrivano anche tutti gli altri che si buttano in piscina vestiti.

Io: tu sei pazzo Ciro!
C: goditi questa gioventù che hai ora, che non torna più! Fai quello che ti senti di fare senza pensare troppo

Mi fa pensare a Nicolò, esco dalla piscina e lo vado a cercare piena d'acqua addosso.
Era da solo in in angolo del giardino.
Mi guarda e si alza.
Lo bacio.

N: cosa fai, sei ubriaca

Lo prendo per la mano e lo porto in piscina.
Si toglie la camicia e i pantaloni,per poi tuffarsi anche lui.
Mi siedo a guardarlo e lui si avvicina a me.

N: abbassati

Lo ascolto e lui mi limona davanti a tutti.
Non ero in imbarazzo anzi mi piaceva troppo.
Arriva Federico.

F: cazzo fai eh Nicolò?
N: ufff
F: per un pelo non vi vedeva tuo padre Sara!
Io: ma che mi importa
F: dio quanto sei ubriaca

Nicolò mi guarda sorridendo.

N: ora andiamo in stanza e lei va a dormire
Io: nono

Dico buttandomi in acqua e andando vicino a Ciro.

M: cuoricinooo
Io: matteeee

Mi abbraccia.

M: bellina sei

Sorride ed io ricambio.
Mi prende in braccio ed esce dalla piscina per poi tuffarsi con me in braccio.
Risalgo che avevo bevuto mezza piscina.

Io: tu sei un altro pazzo

Mi fa il solletico e Nicolò si avvicina.

M: arriva il geloso
Io: mica sono sua

Matteo ride e vedo Nicolò guardarmi male, ma d'altra parte era la verità.
Iniziarono tutti ad uscire dalla piscina e fede mi aiuta ad uscire, mettendomi  la sua felpa addosso.

Io: grazie papino due

Ride ed andiamo in stanza, le stavo fosse la mia ma era quella dei ragazzi.
C'era solo Nicolò e Fede se ne andò.
Era in mutande.

Io: ciao barellino

Mi avvicino a lui cercando di avere un contatto fisico e lui subito mi bacia.
Mi fa sdraiare sul letto e mi continuava a baciare sempre con più foga.
Mi bacia il collo e con le mani tocca le mie forme.

N: cazzo sto facendo

Lo guardo confusa e lui si stacca da me.

N: hai detto che non  siamo nulla, quindi puoi andare nella tua stanza
Io: tanto ci perdi tu

Dico uscendo dal stanza e andando nella mia.
Mi spoglio e lancio i vestiti per la camera e mi butto in doccia.
Sento bussare ed urlo che era aperto.

F: ma sarai scema?
Io: che ho fatto ora haha
F: hai lanciato i vestiti e pure l'intimo mentre ero di là
Io: ops haha
F: per fortuna che non mi sono accorto che sei entrata

Rido.

Federico pov's.

È ubriaca.
Non l'avevo mai vista così, e na pazza folle.
Ero in videochiamata con benedetta mentre lei entra in camera e mentre va in bagno lancia i vestiti per aria e lascia pure la porta del bagno aperta.

S: di vive ma volta sola Federicoo

Rido e vado in balcone.
Guardo in po' il cellulare e vedo Sara uscire in balcone con solo ma mia felpa addosso che le faceva quasi da vestito.

Io: escoooo
F: dove cavolo vaii
Io: a divertirmiii

Nicolò povs.

Sara entra in camera mia con solo la felpa di Federico addosso e si siede su di me.

Io: Sara smettila sei ubriaca
S: shhh

Dio mio è così fottutamente sexy, non riesco a controllarmi.
Faceva tutto lei e questo mi fa uscire si testa, mi provoca sempre di più e arrivai ad un punto in cui non potevo più tornare indietro.
Mi lecca tutto il collo e mi bacia.
Le tolgo la felpa e rimane in intimo, come me.

S: sei troppo sexy

Cavolo quanto è eccitante.
Non la smetteva di baciarmi finché non mette le mani sul mio membro.
Inizio a baciarle il collo anche io e lei iniziava già a gemere.
Mi fa impazzire.
Ho perso il controllo della situazione.
E me ne accorgo solo quando lei aveva tra le mani me.
*sextime*

S: dio mio che bello

Non riusciva a rispondere, ero imbambolato.

*Mattina seguente

Sara pov's.

Mi sveglio completamente nuda nel letto con Nicolò ed avevo un mal di testa assurdo.
Dio mio che cosa avevo combinato, non era possibile.
Mi alzo, ma lui mi sente e si sveglia.

N: dove vai?
Io: non so che cazzo sia successo, ma so solo che siamo due irresponsabili

Mi vesto in bagno e corro in camera mia.
C'era fede che ancora dormiva.
Non lo sveglio e vado in balcone, mi fumo una sigaretta tranquillamente e dopo Federico si sveglia.
Non so perché ma avevo un brutto presentimento.
Mi ricordo solo si essermi tuffata in piscina e poi mi risveglio nuda in più con Nicolò.
Volevo piangere, forse dovevo sfogarmi.

Fede mi abbraccia.
Come farei senza di lui.

Io: che ho combinato Fede, aiutami
F: ieri hai solo bevuto un pochino di più
Io: fede mi sono svegliata nuda nel letto con Nicolò
F: che cazzo stai dicendo? Lo ammazzo sta volta è la volta buona

Esce fuori dalla stanza con già i pugni chiusi, lo seguo ed entra da Nicolò.
Aveva solo le mutande addosso.
Ascolto cosa si dicono senza nemmeno paura che mi vedano.
Federico tira un pugno a Nicolò.
Non avevo il coraggio di intervenire.

F: che cazzo fai Nicolò! Ma non ragioni proprio? Te la sei scopata mentre era ubriaca?
N: è venuta lei qui ben due volte, la prima è andata via ma poi è tornata.
Quindi la ho solo accontentata, si mi piace ma non al punto di andarci a letto.
Ma lei ha insistito

Mi vede e cambia faccia.

F: bravo coglione, così si fa
N: Sara aspetta

Io e Fede andiamo in camera mia.

Io: sono una sfigata Fede, perché sono andata da lui mi chiedo
F: se Ciro si faceva i cazzi suoi senza dire quelle cagate, non ti saresti fatta scopare da quel coglione di Nicolò
Io: che mi ha detto Ciro?
F: che ti devi godere la vita e altre cagate

Qualche lacrima riga il mio viso e Federico mi abbraccia.

F: tranquilla piccola, si risolverà tutto
Io: grazie Fede senza di te non saprei come fare

Non mi molla un secondo e stiamo abbracciati per tutta la mattina.

Amore e Odio in NazionaleDove le storie prendono vita. Scoprilo ora