||53||

661 64 23

#IoPow
Sto creando di dolori nel letto, piangendo come se non ci fosse un domani e massaggandomi la pancia.
Ogni secondo vado a vomitare, non mi sto sentendo per niente bene.
Mi continuano ad arrivare messaggi di Ben, Laura, Federico e Graziana.
Ma io continuo a visualizzare e a non rispondere.

Okay forse a Laura potrei dire dove sono perché ne sono certa che mi ha capita perché sono fuggita.
Cazzo mi conosce meglio di mia madre al momento anche Graziana ne sono sicura.
Perché siamo un gruppo unito da quando eravamo bambine che guardavamo il mondo di Patty.
Che noi ne andavamo pazze.
Le loro mamme sono come delle seconde mamme per me.
Mi hanno sempre trattato come una figlia in casa loro e noi ci comportiamo come tre sorelle.

Okay a Laura e Graziana si.

Prendo il telefono e chiamo per prima Laura.

Laura-"Finalmente tesoro."
Io-"Laura.."
Laura-"Per favore dimmi dove sei. Sono distrutta."
Io-"L'ho dico solo a te e Graziana ma non ti permettere a dire nulla a Ben o altri." Dico seria.
Laura-"te lo prometto"
Io-"sono a Modena. Per ora sono in hotel, poi vedo di trovare un appartamento"
Dopo di ché attacco.

*Tre settimane dopo*
Ormai sono finite tutte le feste, direi finalmente perché non è per nulla bello passare la festa di capodanno da sola.

Mi sono trasferita da 3 giorni in un nuovo appartamento.

È giusto per me, è piccolo.

Diciamo che è adatto a me.

***
Decido di andare a fare un giro in centro per comprare qualcosina da mettere in appartamento.

Giusto per renderlo più accogliente.

Prendo la giacca e la mia amata borsa che mi regalò Laura del mio compleanno.

Prendo le chiavi ed esco dall'appartamento.

Mi dirigo verso il centro che non è molto distante da casa.

Ecco sono finalmente arrivata.

Entro in qualche negozio e compro un sacco di cose carine.
Poi infine entro in un negozio di abbigliamento e compro qualche maglietta e jeans nuovo perché mi è cresciuto un insolita pancetta.

Mi scontro contro qualcuno.

Certo che se io non mi scontro con qualcuno o qualcosa la mia vita è incompleta.

Io-"Ma dai, stai più attento."

Alzo lo sguardo ed è..

Lui.

Benjamin.

Ci fissiamo e io mi irriggidisco.

Dopo un secondo mi metto a correre.

Cercando di fuggire da lui.

Ma so perfettamente che lui è molto più veloce di me a prendermi.

Infatti è così.

Mi blocca per il polso in modo da tenermi ferma.

Lo guardo fissa e scoppio a piangere.

In uno di quei pianti molto rumorosi.

Con il suo braccio mi avvicina più a lui.

Ora sono sul suo petto.

A piangere e a singhiozzare, come una bambina.

Benji-"Sh, basta ora ci sono io con te." Dice con voce spezzata.

Sta per piangere anche lui.

Lo sento.

Alzo la testa per guardarlo negli occhi.

Sono rossi e lucidi.

Gli scende una lacrima.

E io con il pollice gli è l'asciugo.

Benji-"Possiamo parlare?" Dice ancora con voce spezzata.

Annuisco.

****
Siamo arrivati nel mio appartamento, durante quel piccolo tragitto non ha fiatato nessuno dei due.

Chiudo la porta dietro di me.

Rimaniamo in piedi a guardarci.
Immobili.
Entrambi con le lacrime agli occhi.

I miei occhi che non smettono di far uscire lacrime.

In questo momento sembra che ho una fontana apposta di normali lacrime.

Benji-"Scusami." Dice in lacrime.

Mi abbraccia. E mi stringe forte.

Non l'ho mai visto stare così male.

Giuro.

Benji-"Non sai quanto è stato terribile stare un mese senza di te. Un fottutissimo mese senza sentire il tuo profumo, senza i tuoi baci, senza la tua voce, senza la mia Francesca." Sì blocca "mi sei mancata."

Lo abbraccio.

Prendo il suo viso tra le mie mani e lo bacio.

Un bacio lungo e bisognoso.

Uno di quelli veri.

Io-"Ti amo."

All'improvviso vedo che gira tutto.

Poi nero.

#BenjiPow
Una volta staccati dal bacio, sviene.

ODDIO.

La prendo al volo e la prendo in braccio a mò di sposa e l'appoggio delicatamente sul divano.

Bagno un tovagliolo con l'acqua e bagno tutto il viso.

E qualche volta tirandogli qualche schiaffo per farla svegliare.

Ma non schiaffi dolorosi.

Apre delicatamente gli occhi.

Benji-"Ehi, amore come stai?"
Francesca-"Cosa è successo?"
Benji-"Sei svenuta.. andiamo da un medico?"
Sì siede sul divano.
Francesca-"E' la mia impressione oppure gira tutto?"
È meglio se ti sdrai.

Mi alzo da affianco a lei e vado verso le sue gambe.

Molto delicatamente le alzo verso l'alto per far circolare meglio il sangue.

Francesca-"Ben, mi viene da vomitare."

Prendo il primo secchio che trovo e lo appoggio affianco a lei.
#IoPow
Ormai ho sempre questa nausea, e svengo spesso.

Il cellulare di Ben squilla.

Lo tira fuori dalla tasca e risponde.

Deduco che sia Laura.

Benji-"Sì, adesso ti invio la posizione su Whatsaap" dice parlando al telefono.

E poi finisce la telefonata.

Mi sento meglio e mi alzo dal divano.

Benji-"NONONONONONO, tu non ti muovi di là."

Sì mette su di me bloccandomi.

Io-"Amore mio bellissimo, se non vuoi che ti vomito addosso lasciami andare."

Finalmente mi libera.

Benji-"aspetta"
Io-"Eh?"
Benji-"Prima baciami."

E così faccio.

Spazio autrice

Siete contenti? Sono tornati i Benjesca!

Scusate se non sono stata attiva ma è morta mia zia.

Oggi fa 8 giorni, quindi scusatemi..

Spero che la storia vi stia piacendo.

Se è così

Votate e commentate★

-Francesca Pia
-MucchinaDiTurno


Crescere sembra impossibile senza te💫Leggi questa storia gratuitamente!