*Benji pow*
Erano le tre di mattina ed io ero ancora su quella sedia nella sala d'attesa, 13 ore in sala operatoria, vuol dire che è grave. Laura e Fede sono accanto a me.
Dopo tredici ore esce un dottore dalla sala operatoria, io vado in contro al dottore correndo chiedendo informazioni.
Dottore-"Voi siete parenti della signorina Talò Francesca Pia?"
Io-"Sì io sono il suo ragazzo. Come sta?"
Dottore-"L'operazione è stata più che complicata, ma la sua ragazza ha molta voglia di vivere perché nonostante i battiti cardiaci bassi ha reagito all'operazione, però ora è in coma.. ma secondo me è i miei colleghi si riprenderà molto lentamente ma si riprenderà."
Io-"Posso vederla?"
Dottore-"Sì ma come sapete possono entrare due persone alla volta. Dovete mettere una specie di camice per l'igiene. Devo avvertiti che la ragazza è in un coma detto 'coma vigile'."
Laura-"In che senso dottore?"
Dottore-"Non può reagire ma può sentire tutto quello che dite."
Fede-"Ma cosa era successo, cioè cosa aveva di grave in testa"
Dottore-"Molto probabilmente è stata spinta su qualcosa di molto appuntito e profondo che gli ha danneggiato qualche parte del cervello cioè la parte sensitiva del cervello."
Io-"In effetti l'ho trovata in spiaggia affianco ad uno scoglio."dico. "POSSO ANDARE DA LEI?"
Dottore-"Certo, ma con cautela."

Entro nella stanza dove era lei, mi tremano le gambe sento che gli occhi stanno per scoppiare in un pianto. Mi avvicino e.. era lì su quel lettino con la testa fasciata con milioni di fili collegati alla testa e un tubo in bocca che credo che serve ad far arrivare più ossigeno al cuore e poi deduco che gli hanno tagliato i capelli per procedere all'operazione.. mi avvicino molto lentamente e gli prendo la mano mi siedo sulla sedia e lì che scende una lacrima.
Io-"Amore mio, sei una guerriera sei stata bravissima, sei sempre coraggiosa però ora devi svegliarti devi farlo per me, per Laura, per i tuoi genitori, per Fede. Non ci crederai mai ma perfino Fede si è affezionato a te, ti vuole bene. Come io ti amo. Ti amerò per sempre, mi cambierò la pelle. Sei forte amore mio, continua così non mollare mai. Sei la mia piccola guerriera."
A queste parole sento che i suoi battiti cardiaci vanno veloci.

*io pow*
Io-"Amore mio, sei una guerriera sei stata bravissima, sei sempre coraggiosa però ora devi svegliarti devi farlo per me, per Laura, per i tuoi genitori, per Fede. Non ci crederai mai ma perfino Fede si è affezionato a te, ti vuole bene. Come io ti amo. Ti amerò per sempre, mi cambierò la pelle. Sei forte amore mio, continua così non mollare mai. Sei la mia piccola guerriera."

Dopo quelle parole volevo reagire, ma non ci riesco, come se c'è qualcosa che mi impedisce di farlo. Si vede che ci tiene a me. Però merda mi fa male la testa.
Quando sento dei passi e deduco che sia il dottore..
Dottore-"Signor Mascolo mi spiace dirle che deve andarsene perché la paziente deve riposare"
Benji-"D'accordo dottore.."
Sento che la sua mano si allontana dalla mia, che poi la sua mano va a sfiorare la mia guancia. Ma merda non voglio che se ne va. Caro dottore, si sto morendo dal mal di testa, non riesco a muovere niente, il mio cervello fa fatica a dare comandi ma non mi porti via lui..

*Laura pow*
Fede-"Amore sono le 4.00, dovremmo andare a riposare un po'."
Io-"Aspetta Fede, preferisco aspettare Benji"
Fede-"Laura non pensi che dovremmo avvertire i genitori di Francesca dell'accaduto?"
Io-"Sì, in effetti mi è sfuggito dalla mente. Allora io chiamo hai genitori di Francesca mentre tu dovresti avvertire Francesco e Graziana"
Fede-"Quei due è da tanto che non si fanno sentire"

Vediamo uscire Benji dalla sala dove era Francesca.
Io-"Beh come l'hai vista?"
Benji-"L'ho vista in condizioni migliori. Era con i capelli rasati ed era fasciata attorno la testa poi aveva tanti fili collegati in testa e poi un tubo che deduco serve ad far circolare più ossigeno nel cuore. Però di una cosa sono felice che sentendo la mia presenza il suo cuoricino batte più forte" dice con gli occhi lucidi.
Io-"Sai perché il suo cuore batte così forte? Perché ti ama." Dico abbracciandolo amichevolmente.
Benji-"Ragazzi vorrei avvisare io i suoi.. Ci andrò proprio adesso."
Fede-"Fratello caro sei un essere umano hai bisogno di riposare."
Benji-"No hanno il diritto anche loro di sapere cosa è successo a loro figlia."
Laura-"Sì infetti hai ragione, se vuoi ti accompagno io e Fede va Da Graziana e Pizzetta"
Benji-"Sì, però voglio prendermi un caffè devo rimanere sveglio durante il tragitto"

Spazio autrice
Dai questo capitolo non fa piangere...
Domani farò un capitolo più lungo, essendo Natale, sempre se il tempo me lo concederà!
Buona Vigilia Dreamer!

Crescere sembra impossibile senza te💫Leggi questa storia gratuitamente!