Spaces

33 3 3

mi hanno sempre detto che siamo noi a scegliere , invece a volte è la vita che sceglie per noi.

la vita per me ha scelto gli incontri, poi e toccato a me deciderne il seguito .

Ho perso, molte volte, perché non sono mai stata abbastanza determinata nell' ottenere ciò che volevo .

ma per lui ...non ho mai lottato così tanto, non ho mai desiderato così tanto avere qualcuno vicino .

È stata la sicurezza di tutta la mia vita" amo Louis" non lo ripeterò mai abbastanza, lo urlerei sulla cima più alta di un monte , sott'acqua , in mezzo alla folla, nel bel mezzo della notte ... non importa dove o quando, ma lo farei.

Sento che non ho bisogno d'altro, solo di lui e allora potrei anche morire, ma vorrei poterlo abbracciare un'ultima volta.

non ho paura di morire, e sono rimasta di quest'idea fino alla fine, anche adesso .

Non sento niente, nessun dolore fisico, mi guardo solo intorno e lo cerco .

Ho avuto una vita breve, ma ho avuto lui. lo so è sdolcinato, ma che importa? è la verità.

e beh adesso sono qui, riposarsi non è forse il sogno di chiunque? non è il mio , ma non posso dispiacermene e anche se lo facessi che cambierebbe? niente.

sto divagando ...lo ammetto, non voglio arrivare alla fine .

la parola 'fine' non mi piace proprio, perché fine significa non poter più rimediare, fine significa non poter più fare nulla e perdersi nell' oblio, o ma chi prendo in giro? fine per me, adesso,  significa non averlo più qui .

sarò egoista? probabilmente ...

*******

Settembre

stupidi mezzi di trasporto pubblici!!

amo la pioggia , ma proprio oggi , non era il caso che piovesse.

Non lo vedo da ...da quanto? sembrano secoli, non ho nemmeno una spiegazione valida eppure abbiamo - ho - deciso di chiudere ogni rapporto, lui faceva male a me ed io a lui - anche se non riesco ad immaginare come! - .

adesso ho una vita piuttosto ordinaria, niente capelli blu, niente follie ...ho messo la testa a posto, davvero .

Charlie è felice. 

l'avreste mai detto? la timida Charlie che sembra ancora un'adolescente che fa gli occhi dolci al suo tipo .

il suo tipo? il più grande errore di giudizio della mia vita -e non solo - .

i detti non si smentiscono mai .

mai giudicare un libro dalla copertina .

testato e approvato! tutto vero!

mi sbagliavo, mi costa ammetterlo ma è vero .

mi sono resa conto che come gli altri non giudicavano me per i miei errori io non dovevo giudicare loro . risultato? un incontro con Harry , Charlie che ha un perenne sorriso da ebete in viso, e io che li guardo sognante , ora si che sono felici!

settembre è il mese dei ritorni .

il ritorno in ufficio, la pioggia , i weekend passati a ingozzarsi di cibo ipercalorico .

solita routine di un"autunno" che è in partenza .

mi manca la mia vecchia vita, ma si cresce, si cambia .

<< Nataly, metti giù il cane! >>

e come solita risposta ottengo un verso di disapprovazione e uno sguardo torvo.

Touch life being myselfLeggi questa storia gratuitamente!