Trust

93 5 4

Io: "ma ho paura ..."

L:"fidati di me , ti fidi ?"

Io: "s-si. ."

L:"tesoro,  non ti vedo convinta ..."

Io: " okay , si mi fido "

L:"ora va meglio"

dandomi un dolce bacio sulla guancia .

Il tecnico controlla per l'ultima volta le nostre imbracature,  oramai abbiamo raggiunto l'altezza giusta per poterci lanciare .

X:"allora , pronti ?"

L:"prontissimi! !"

risponde felice , ma non prova nemmeno un briciolo di paura ? Io ad essere sicera scapperei in quest'istante , ma ogni tanto bisogna anche rischiare .

Apre il portello dell'elicottero e sistemandosi l imbracatura , il tecnico si lancia .

Louis mi sorride dolcemente , si avvicina e mi da un bacio , bisbigliando un meraviglioso

"TI AMO " che naturalemente io ricambio , le nostre anime si fondono per l'ultima volta , prima di saltare.

Mi guarda negli occhi come per rassicurarmi , ed accade , però mi sto pur sempre lanciando da un elicottero.

Ci prediamo per mano,  e poi un piccolo sbalzo di coraggio , che riguardo me...non so da dove provenga , una piccola forza che chissà forse mi farà vivere un esperienza da brivido.  Ogni giorno cresciamo , ora saltiamo , verso un altro giorno.  Mentre i raggi illuminano il cielo come squarciando le poche nuvole per farsi strada prevale su tutte,  osservo ogni minimo particolare di lui e mi guardo intorno sorridendo,  è spontaneeo.

1....2......3.....SI SALTA !

un salto verso il futuro; uno verso il poter veramente vivere; o forse è inteso come una fuga ...intanto che rifletto come al solito,  i miei piedi hanno fatto leva per spingermi fuori dal velivolo,  chiudo gli occhi , non me ne ero quasi resa conto.  La mia mano è ancora stretta alla sua, mentre il vento applica una forza uguale o oserei dire piu ' potente e contraria a quella dei nostri corpi in caduta libera. 

Questa senzaione d'impatto con l 'aria è strana.

Cavolo stiamo volando sulla Francia ,

Senza nemmeno curarmene urlo tanta è l'euforia del momento.

Sento la mano di louis stringere la mia , è un breve ma intenzo attimo,  ho paura e la mia adrenalina è a livello massimo direi. 

Superate le montagne,  ci regalano un paesaggio al dir poco strabiliante!

L:"stiamo volandoo! !" urla. 

L'altitudine cala e conseguentemente apriamo i nostri paracadute che colorano di fantasia il cielo azzurro di questa giornata.  La velocita della nostra caduta cala,  e piano piano veniamo cullati dal vento che accompagna come sottili note di musica la nostra discesa. 

Il vento sfiora il mio viso , prima ero troppo euforica per notarlo , ma è davvero una bella sensazione,  inebria di brividi il mio corpo,  non credo che bastino le parole per definire un esperienza del genere,  bisogna solo viverla e forse aveva ragione Louis , anzi aveva proprio ragione !

detto in parole povere è stata una figata assurda. 

Lui vive così credo sia per questo che prima mi sembrava sensa paura , anche lui era ansioso ma vive come se fosse l'ultimo giorno e quindi reprime le sue paure,  come se per lui non esistessero piu'.

Touch life being myselfLeggi questa storia gratuitamente!