Capitolo 10

12.5K 268 15

-Lusy?-disse una voce alle mie spalle.

Mi girai e...cavolo, non ci voleva. C'era Tod dietro di me mano nella mano con la sua ragazza Ashley.

Guardò me e poi Noah, per poi tornare a guardare me.

Io ero immobile, parallizzata, mentre Noah si era irrigidito ma continuava a tenermi stretta a sè.

-Lusy...che stai facendo?- mi chiese stringendo i pugni.

-Che-Che ci fai tu qui?-chiesi balbettando.

-Che ci fai tu qui?-

-L'ho chiesto prima io-

-Luisana!- ringhiò lui.

-Io ero di passaggio...ho incontrato il prof per caso e...-

-Si, e sono certo che si è offerto di pagarti il gelato e tu per ringraziarlo hai deciso di sbacucchiarlo- mi interruppe.

-Senti Tod...-

-Tod un cavolo, mi avevi detto che non stavi con lui-

-Si ma...-

-Ma mi hai mentito-

-Ohhh, la smetti di interrompermi è frustrante-

-Ok, sentiamo che cavolate ti inventi-

-Senti amico non esageriamo-si intromise Noah

-Sta zitto tu, potrei anche denunciarti. Quanti anni hai? 30?-

-Come dici scusa?- disse Noah alterandosi e avvicinandosi a Tod sorpassandomi.

-Tod smettila! Io ho 20 anni, sono maggiorenne e a te non dovrebbe interessare con chi mi frequento- dissi mettendomi davanti a Noah per evitare che la situazione degenerasse.

-Quindi lo ammetti che stai con lui?!-

-Si e allora?-

-E allora? È molto più grande di te ed è il tuo professore. È illegale Lusy! Finirai nei guai-

-Solo se lo verranno a sapere-

-Figurati...a tuo padre dava fastidio quando ti piaceva il fattorino peruviano di 5 anni più grande, pensa cosa dirà quando gli presenterai il professore con 10 anni di differenza-

-Sono 8, non 10 -disse Noah

-E per questo dovete ritenervi fortunati?- chiese sarcastico.

-Ragazzi ci spostiamo da qui? Stiamo dando spettacolo- si intromise Ashley. Era la prima cosa giusta che sentivo dire a quell'ochetta bionda.

-Si ha ragione lei. Venite- presi Noah da un braccio e mio cugino dall'altro e li trascinai verso i tavolini.

-Tod, capisco che tu mi voglia bene, che sei molto protettivo come papà e che gli hai promesso di sorvegliarmi, ma io così non potrò mai essere felice! Perchè mi vuoi far questo? -

-Io voglio solo essere certo che non ti accada nulla di brutto-

-E non mi accadrà. Sono abbastanza forte da sopportare qualsiasi cosa in ogni caso. Mi conosci.-

-E io non farei mai del male a Luisana. Ci tengo davvero a lei-

-E come pensate di fare? Mantenere una relazione del genere è parecchio rischioso e faticoso-

Un amore matematicoLeggi questa storia gratuitamente!