Capitolo 4

281 8 0

Così arrivammo ma  non cera nessuno  oltre a noi due. «Dove mi stai portando ?» mi chiese lui ridendo; io gli presi la mano e lo portai con me «Tanquillo tu fidati di me !» li dissi con un sorriso poichè lui quel luogo non lo conosceva piu di tanto. Arrivammo e ci sediamo sulla panchina uno vicino all altro. Prima che me ne accorgessi il suo braccio mi sfiorò legermente le spale stingendomi a se. Mi guardò sorridendo avvicinandossi sempre più a me per baciarmi ma io mi tirai indietro . Non ero sicura se volerlo baciare o no. Mi sembrava troppo presto in fondo era la prima volta che ci vedevamo in quelle circonstanze. Lui continuava a sorridere e a guardarmi. Aveva uno sguardo bellissimo ; due occhi scuri stupendi che mi guardavano intenssamente; non riuscivo a non pensare come sarebbe stato baciarlo e la verità è che morrivo dalla voglia di toccare quelle labra . Rimassimo cosi per qualche istante dopo di che levò il braccio guardandomi fisso negli occhi e mi presse in braccio «Vieni qui scema» e un istante dopo mi ritrovai tra le sue braccia..Le sue labbra incontrarono le mie e ci baciammo. Tutto intorno  a noi era sparito; eravamo solo noi due il resto non contava più.

Un valo di emozioni diverse travolssero improvisamente il mio corpo .Ancora non riuscivo a credere a quello che mi stava succedendo ma era bello , molto bello. Lui continuava a guardarmi  ; quel bacio fu il piu bello della mia vita. Mi sentivo cosi bene e al sicuro tra le sue braccia ! Sarei potutta rimanere cosi per sempre; ogni parte di lui era perfetta .

«Sento il tuo cuore battere fortissimo » gli dissi cn un sorrisso , «Per forza sei apoggiata a me » mi disse lui ridendo. Pasammo cosi una bella mezzoretta ma improvisamente il vento cominciò ad alzarsi e qualche goccia scese giu dal cielo.

Ci alzammo dalla panchina e cominciammo a caminare. Nonostante il tempo, decidiamo di restare un altro po in giro e cosi decidiamo di passeggiare. Ormai il freddo della sera cominciava a farsi sentire sempre più e nonostante la sciarpa che avevo al collo sentivo freddo. «Sto iniziando a sentire freddo» , «È normale sei vestita troppo leggera. Adesso ci penso io a riscaldardi !»  e subbito dopo mi strinse forte a se . «Sai adesso anche io sto iniziando a sentire freddo » mi disse lui , e cosi lo abbracciai e caminammo cosi per un po. Il tempo non era proprio a nostro favore e decidemmo di andare acasa. Sembravamo due innamorati , la coppia perfetta. Ma lui era perfetto ; il suo sguardo i suoi modi di fare e di essrere inssoma lui . ... Io non riuscivo ancora a credere che stava veramente succedendo ma la realtà era quella . Pensai "Ormai e mio "  e mi sentivo cosi bene con lui quindi perchè non darli una possibilità ? ...

una storia complicataLeggi questa storia gratuitamente!