CAPITOLO 2

540 44 17
                                    

Harry's pov
Quella sera tornai a casa ubriaco. Avevo sempre avuto dei problemi con l'alcool ma da quando non c'era più lei la mia situazione era degenerata. Niall che era il mio migliore amico mi ripeteva sempre le stesse cose: "hai bisogno di qualcuno Harry", "non puoi rimanere da solo", "farai del male a te stesso se continui con questa vita". L'unico problema era che io non avevo la minima idea di come uscire da questo circolo vizioso, sarei mai riuscito a superare quel che era successo quella notte?

Rimasi tutta la nottata a pensare ad un modo per saltare fuori da quella situazione, dovevo trovare qualcuno. Niall aveva ragione non potevo  rimanere da solo mi sarei consumato e se mi fossi consumato del tutto cosa me sarebbe di me? Mi sentivo solo, sentivo un vuoto dentro di me da ormai 1 anno, un vuoto che solo una persona davvero speciale avrebbe potuto colmare.

"Svegliati bradipo" sentii urlare Niall dal piano di sotto, non avevo minimamente voglia di alzarmi... girai la testa dall'altra parte e mi coprii con il panno.
"Allora vuoi stare lì tutta mattina?" gridò una seconda volta. Ma perché lo avevo invitato a casa mia? Non potevo lasciarlo a casa con la sua fidanzata?
"HARRY!!?" Mi richiamò per l'ennesima volta.
"Niall arrivo ma la prossima volta che mi chiami ti rincorro con una scopa lo giuro",
"va bene Harold" Dio quanto odiavo quel soprannome.

Mi alzai a fatica dal letto, la testa mi stava scoppiando e avevo le vertigini, mi stiracchiai e mi vestii. Scesi le scale e trovai Niall che mangiava una fetta di pizza, sapeva solo mangiare?
"Buongiorno Harry"
"Buongiorno Niall come va?" Dissi senza guardarlo negli occhi.
"Come al solito Harold e tu?"
"Meglio" mentii.
"Non sembri molto convinto Haz, siediti qui" mi disse con tono preoccupato. Mi sedetti di fianco a lui e la sua espressione cambiò incupendosi
"Hai odore di alcool" mi disse serio.
"Lascia stare" risposi io abbassando lo sguardo.
"Harry guardami!! Dove sei stato ieri sera? Perché puzzi così tanto?! Avevi detto che avresti smesso di bere!"
Alzai lo sguardo e incrociai i suoi occhi azzurri che mi guardavano preoccupati.
"Niall non è successo nulla, ieri sera ero solo uscito per fare una passeggiata"
Avevo la voce tremante e lui se ne accorse, non ero bravo a mentire.
"Per 'uscito a fare una passeggiata' intendi andare a letto con la prima poco di buono che ti è capitata davanti vero?"
A quelle parole abbassai lo sguardo, ma sapevo che stava dicendo la verità.
"Harry guardami cazzo!" sbottò Niall spaventandomi, sentivo il suo sguardo bruciarmi addosso ma non avevo il coraggio di guardarlo negli occhi. Lui prese il mio viso fra le mani e mi costrinse a guardarlo negli occhi, era preoccupato ma anche molto arrabbiato e non potevo dargli torto.
"Dobbiamo trovare una soluzione lo sai vero?" Disse a denti stretti. Io annuii senza dire nulla.
"Harry non te lo posso più ripetere hai bisogno di qualcuno ok?!" Aggiunse prima di alzarsi dal divano
"Ok" risposi incerto.
"Io vado Harry o arriverò tardi a lavoro e ricorda quello che ho detto" Così se ne andò sbattendo la porta, lasciandomi solo immerso nei miei pensieri.

SPAZIO AUTRICE:
Ciauuu spero che anche questo secondo capitolo vi piaccia e scusate eventuali errori ❤

Right Now [H.S.]Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora