Entrambe le mie mani erano appoggiate ai lati del lavandino e  sostenevano il mio peso mentre cercavo di capire cosa diavolo era successo. Guardai il mio riflesso allo specchio,una ragazza agitata con due guance arrossate. Mi lasciai sfuggire un sospiro.

Non ero mai stata baciata in quel modo.

Il modo in cui le sue labbra erano state spinte sulle mie mi mandavano in sovraccarico. Non sarebbe dovuto piacermi,ma non potevo resistere ad un baciatore come lui. Aveva fatto irruzione qui e giustamente mi aveva accusata di essere gelosa. E lo ero.

Harry le stava dando attenzioni e lei accettava. Non sarei dovuta essere gelosa,non poteva accadere niente tra me e Harry dato le nostre circostanze.

Quando finalmente mi ero ricomposta uscì dal bagno. Tornai al tavolo ma Harry e Madison non c'erano. Una cameriera con dei piatti in mano mi guardò e si avvicinò.

"Sei tu Alice?"  mi chiese,io annuì ripidamente.

"I tuoi amici mi hanno detto che dovevano andare" 

Sul serio? Stava scherzando?

"Ti hanno detto dove andavano?" cercai di mantenere un tono calmo mentre parlavo con quella giovane ragazza. Ma la rabbia era già in circolo.

"No mi dispiace. Hanno preso i loro cappotti,però il tizio ricco sembrava abbastanza disperato ed era di fretta" 

"Grazie" mormorai prima di prendere il mio cappotto e lasciare il ristorante.

Sapevo esattamente dove erano andati. Sicuramente si stava scopando Madison.

Ma quali erano le sue motivazioni? Perchè prima mi aveva baciata e poi se ne era andato con la mia migliore amica? Non aveva senso... Era il più grande idiota che io avessi mai conosciuto.

***

Fortunatamente arrivai a casa e mi diressi verso la mia camera. Non potevo fare a meno di essere arrabbiata con lui. Mi aveva baciata e poi era andato via con Madison. Mi aveva abbandonata per le strade alle nove di sera.

Decisi di farmi una doccia,aprì l'acqua calda. Mi lasciai sfuggire un sospiro.

Misi un po di shampoo nel palmo della mia mano e cominciai a insaponarmi i capelli prima di risciacquarli. Mi lavai il mio corpo, e una volta finito avvolsi un'asciugamano intorno a me. Mi asciugai e poi indossai il mio pigiama. 

Era stata una lunga giornata,entrai sotto le coperte calde del mio letto e non ci volle molto tempo prima che caddi in un sonno profondo. 

***

"Alice" sentì un borbottio. Per un attimo pensai che stavo sognando. Sentì scuotermi una spalla. Gemetti.

"Alice" dicono questa volta più forte,aprì gli occhi,riconobbi il lento accento britannico. Guardai la sveglia prima di guardare lui. Erano le 4:56 del mattino. 

Harry era accovacciato al fianco del mio letto alle 04:56 di mattina. 

Stepbrother [h.s] Italian TranslationLeggi questa storia gratuitamente!