Il Bizzarrismo

108 12 12
                                    

Bentornati giovani e giovanissimi, avidi lettori. quest'oggi vi voglio consigliare qualcosa di più che una semplice lettura... Quest'oggi vi offro un movimento!

Di cosa si tratta? Beh del Bizzarrismo, of course. Ma andiamo con calma...

l Bizzarrismo, o se volete più una marcia internazionale The Bizarrism, viene proposto da tal John McDillan: un giullare, capitano e soprattutto ex-normaloide. In cosa consiste? Semplice: bisogna svestirsi di ogni perbenismo, finzione, maschera sociale, insegnamento, indottrinamento, moralismo ed essere finalmente se stessi. Significa scrivere un flusso di pensieri ordinatamente caotico, dare libero sfogo alle idee e – come dice il nostro John – trascrivere "pazzia ordinata".

Perché mai avrei dovuto interessarmi di questo movimento e, soprattutto, per quale assurda ragione VOI dovreste? Semplicemente perché è fantastico pascolare nel proprio terreno ma lo è ancor di più scavalcare quel recinto bianco e correre liberamente dove ci porta il vento. Perché a volte liberarsi dagli schemi è un po' come slacciare i pantaloni stretti: si torna a respirare. E poco importa che avete un gran bel segno sull'addome perché passerà molto più velocemente del tempo necessario a crearlo.

Essere uno scrittore significa mettersi a nudo davanti ai lettori. Non mi stancherò mai di ripeterlo: scrivere equivale a parlare, a entrare in un rapporto intimo con chi legge. Quando voi leggete una storia non state solo passando mentalmente in rassegna una serie di parole: state entrando nel mondo dell'autore. Un mondo che a volte può essere confortevole, fatto di regole che conosciamo e con le quali ci sentiamo a nostro agio; altre volte, invece, ci stupisce, sgretola le fondamenta, ci fa tremare la terra sotto i piedi e, cosa assai più importante, ci fa porre delle domande.

Ecco allora che, spiegato cosa sia il Bizzarrismo, vi consiglio di leggere "17 Novelle Bizzarre +1". Perché?

1) perché non rimarrete mai annoiati. L'autore vi proporrà situazioni che vi lasceranno perplessi per quanto sono bizzarre.

2) perché per essere bizzarri è necessario essere prima normaloidi. Ecco allora che il nostro John ha cognizione di causa della lingua italiana, perciò non vi scontrerete contro una grammatica bizzarra, ma solo contro concetti.

3) perché personalmente mi ha ricordato tematiche filosofiche a me care. Dal cogito ergo sum all'ontologia Parmenidea fino all'idealismo tedesco. (okay, se non avete idea di cosa io stia dicendo, ignorate pure il punto 3)

4) perché è divertente e leggero.

5) perché ve lo consiglio io che, di solito, non sbaglio (oh, un po' di sana superbia non guasta mai!)

Che altro dire? Come sapete le mie recensione sono di petto e di stomaco. Valuto le sensazioni, l'originalità e i contenuti. "17 Novelle Bizzarre + 1" racchiude tutte e tre le componenti in modo ottimale.

A tutti un beso e un consiglio: correte ogni tanto al di là dello steccato che male non fa!


Consigli, recensioni e...Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora