Red Juice [Temporaneamente sospeso, riprenderà a Gennaio]

Red Juice [Temporaneamente sospeso, riprenderà a Gennaio]

30K Reads 2.1K Votes 41 Part Story
Valeria Rinaldi By Valerina28 Updated a day ago

Passiamo la vita a guardare i telegiornali, a sentire storie tristi e scioccanti, a guardare il mondo con il binocolo al contrario. Tutto ci colpisce, almeno per un flebile momento, ma la pressione che sentiamo sul petto per quel colpo ricevuto tende ad affievolire per poi svanire nel vortice della nostra routine quotidiana; dove ci richiudiamo nel nostro piccolo bozzolo protettivo, inconsapevoli, incuranti, ignari. E se quello che, spesso e malvolentieri, hai sentito al telegiornale dovesse capitare proprio a te? 
Quello che cambierà la vita di Megan Foster sarà strettamente legato alle atrocità che, da qualche settimana, stanno straziando le strade di New York. 
Quel venerdì tutto sembrava normale al BloodHot, nulla di insolito o irregolare... se non fosse per il corpo di una cameriera sanguinante riverso a terra, nei pressi dei bidoni della spazzatura. 
Megan era lì. Megan ha visto. E adesso Megan pagherà le conseguenze, diventando proprio la protagonista indiscussa dei suoi incubi peggiori.

"La sua voce era più cupa del solito, più torbida e spettrale. Nei suoi occhi scintillò un sentimento che a primo impatto non seppe decifrare. Ma era un sentimento forte, tanto che guardarlo era persino doloroso. Letale. Tuttavia, Megan decise di sondarli più minuziosamente, quegli occhi, senza nessuna paura di risultare prepotente; vide ombre infide fluttuare nella profondità di quelle iridi di ghiaccio. Il velo di sudore sulla sua fronte le fece seccare la bocca, facendo crescere in lei un'insana voglia di asciugargliela. Il respiro era lento ed affannato, da cosa non seppe dirlo. Ma quando Duncan fece scivolare il suo sguardo lungo il corpo che Megan aveva dimenticato di coprire capì che quello che aveva visto non era sentimento. No. Era qualcosa di primordiale, era uno stato di privazione permanente, era un bisogno. Pensava fosse lussuria, ma era qualcosa di molto più forte e incisivo. Un bisogno che non lasciava spazio a nulla: fame. "
Copertina: @Koaluch

CJay400 CJay400 Jun 07
Ottimo prologo, descrizione da brivido. Aspettative alte ahahaha
Valerina28 Valerina28 Nov 09, 2015
Ti ringrazio per aver dato un parere :) 
                              Questa storia è più per passare il tempo e non la curo particolarmente come l'altra (inside me), ma grazie lo stesso di avermi avvisato!
azizao97 azizao97 Aug 24, 2015
continua.....è bella e curiosa come storia..... complimenti..;)