Bad Bro ▪In Revisione▪

Bad Bro ▪In Revisione▪

263K Reads 15K Votes 52 Part Story
K.N. Biersack By KnBiersack98 Completed

«Qual è di voi il fratello cattivo?»
«È questo il bello, siamo entrambi cattivi.»
---------------------------------------------------------------------------------------
Sydney, Australia. 
Chanel Isaac Leeroy non ha voce in capitolo quando la madre, Lacey, decide di fidanzarsi ufficialmente con il finanziere russo Gilbert Petronovik, il quale porta l'intera famiglia sotto lo stesso tetto. Con intenti nobili, il nuovo "padre" le presenta i figli gemelli Dominik e Michael, anch'essi russi di nascita. Ciò che Chanel non può prevedere è che alla morte della madre lei verrà condotta in Russia con i fratellastri, non conoscendo la vera natura falsaria ed egoista di quell'uomo che mirava solamente a un perfetto nucleo famigliare per far sviare le indagini dell'FBI. 
Chanel ora appartiene ai Petronovik, condotta nella loro sicura residenza lontana dai giochi di potere dell'America e dai suoi poliziotti, è sotto tutela legale della famiglia e legalmente obbligata a restarci fino al compire dei 18 anni. Non può scappare dal mondo in cui l'hanno condotta, tanto meno dai suoi fratellastri, i quali sono ben altro che dolci: spietati, perversi e con occhi di ghiaccio, giocheranno con lei e la porteranno al limite della pazzia, in un mondo dove passione e violenza insana si uniscono. Chanel è costretta ad imparare l'arte della schiavitù e dell'obbedienza, anche se in lei si cela ben altro... La voglia di vivere.

*mi guardò togliere
                              Il "mi" di "togliermi" va a cozzare con il "mi" precedente, creando una cacofonia sgradevole. E se si può evitare è sempre meglio. Funziona così in generale, esempio: "Mi sfilai la mia giacca blu", senza il "mia" suonerebbe meglio.
*per via dell'estenuante caldo
                              Il caldo non le bagna il collo, PORTA il collo a bagnarsi di sudore, ma non lo fa direttamente.
*giallo e rosso su cui non salivo da quando avevo quattro anni. [...] ai ricordi di mio padre e mia madre [...].
E la seconda volta che incomincio a leggerlo...mi sono innamorata
Questa frase non è molto chiara, e andrebbe usato il trapassato.
*di vita, e io l'ho sempre ammirata, sia per questo che per quello che ha sempre cercato di fare alle mie spalle: proteggermi.