𝙵𝚞𝚌𝚔 𝚈𝚘𝚞 ~ 𝚃𝚘𝚐𝚎 𝙸𝚗𝚞𝚖𝚊𝚔𝚒

4.6K 265 181
                                    

Anime: Jujutsu Kaisen.
Personaggio: Toge Inumaki.
Tipologia: LEMON.
Parole: 1508.
* PERDONATEMI L'ASSENZA, MA PURTROPPO HO AVUTO MOLTE COSE DA FARE.. PROSSIMAMENTE CERCHERO' DI PUBBLICARE PIU' REGOLARMENTE, MA NON PROMETTO NIENTE, PURTROPPO NON E' UN PERIODO FACILE, CERCHERO' COMUNQUE DI ACCONTENTARE TUTTE LE RICHIESTE, ANCHE SE CI METTERO' UN PO'.. SCUSATEMI! *

Perchè erano finiti così? 

Per una stupidissima lite, (T/N) volva vedere un film in tv, mentre Toge voleva vederne un' altro. Di solito non litigavano per queste cose, ma (T/N) sapeva tirar fuori il peggio di se quando si impuntava su una cosa, e Toge, non era di certo da meno.

(T/N):" Sta sera tocca a me decidere!"
Toge:" Salmone."
(T/N):" Toge, sono tre giorni che guardiamo quello che vuoi tu! Sta sera tocca a me decidere.."
Toge:" Carne essiccata."
(T/N):" NON RISPONDERMI MALE! Ho ragione io, ora dammi il telecomando!"
Toge:" TONNO TONNO!"
(T/N):" TONNO TONNO UN CAZZO! DAMMI IL TELECOMANDO!"

Ecco, era iniziato tutto da lì. Se solo (T/N) non avesse risposto così bruscamente al ragazzo dai capelli bianchi, sono sicura che non si troverebbe in questa situazione. Gli occhi viola del ragazzo, si assottigliarono, posandosi sulla figura della sua ragazza, il suo, era uno sguardo di sfida, sapeva benissimo che non avrebbe dovuto farlo, ma si azzardò comunque. Abbassò il lembo di tessuto che gli copriva il volto dagli occhi in giù, e pronunciò quella parola.

Toge:" Silenzio." sibilò.

Inutile dire, che in quel momento, la furia di (T/N) arrivò alle stelle. Non tanto per la parola, se qualcuno le avesse detto di tacere, sicuramente lei avrebbe urlato più forte, per ripicca, ma sta volta era diverso. Toge si era spinto oltre, aveva usato il suo potere su di lei, quindi, (T/N) si trovò costretta a non poter parlare, chissà per quanto.

I suoi occhi fulminarono il ragazzo, che rabbrividì, capendo che forse aveva esagerato. Infondo anni prima, quando si erano appena conosciuti, si erano ripromessi di non usare i loro poteri l'uno sull'altro e Toge, aveva appena infranto quella promessa.

(T/N) era davvero furiosa. Avrebbe voluto urlargli contro una marea di insulti, ma non poteva, quindi, sconsolata ed incazzata fece per andarsene. Si alzò dal divano, lanciando un ultima occhiataccia al suo amato e si dileguò nel corridoio. 

Toge, rimase li a guardarla cambiare stanza, convinto del fatto che le sarebbero bastati dieci minuti da sola per calmarsi, ma per quella volta, forse, dieci minuti non sarebbero bastati. 

Come dicevo, Toge aspettò, ma quando rivide (T/N), si accorse di qualcosa che non andava. Infatti la ragazza che dapprima indossava il pigiama, ora era vestita con dei jeans ed una felpa nera, si stava avviando verso l'uscio, pronta per infilarsi il giubbotto ed uscire.

Dove sarebbe potuta andare in pieno inverno, al buio e soprattutto alle 22:30 di sera? 

Toge:" Riso?" chiese preoccupato.

Lei, non potendo rispondere, si limitò ad alzare, con tutta l'eleganza che solo lei poteva avere, il terzo dito, gli rivolse un sorriso e poi fece per uscire dalla porta. Ma (T/N) non aveva messo in conto le doti del suo ragazzo, non appena uscii dalla porta, infatti, si ritrovò costretta a dover rientrare.

Una volta tornata al punto di partenza, ovvero nel corridoio, davanti la porta di casa, sospirò pesantemente, come a far sentire tutto il suo disappunto per l'accaduto. Toge dall'altra parte della casa, sorrise, sentendola sbuffare in quel modo, e decise di divertirsi un po' per quella sera, tanto ormai, aveva già infranto la promessa, cosa sarebbe potuto succedere se avesse giocato ancora un po'?

 Toge:" Vai." sibilò nuovamente.

La ragazza si girò e andò fino in camera da letto, sul suo viso era dipinta la peggiore delle espressioni : era incazzata. In quel momento se solo avesse potuto, sarebbe andata a dirgliene quattro al suo ragazzo, poi se ne sarebbe andata, uscendo di casa, pronta per farsi passare tutto il nervoso accumulato, ma Toge, aveva altri piani per la serata.

Jujutsu Kaisen - One shot.Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora