Capitolo 34- Compleanno

211 18 0

PIETRO

È il compleanno di Clara, voglio farle una sorpresa che la lasci senza parole. So cosa potrebbe piacerle, ma non una cosa semplice, le regalerò un sogno. Prima di tutto cerco un locale, salgo in auto e mi dirigo da un mio amico che me lo può affittare. Questo locale è molto grande, ha un piano bar e una pista per ballare. Mi chiama Clara e mi chiede cosa stia facendo, le invento che sono in giro con un amico e che ci vedremo presto a casa. Dopo aver parlato con il proprietario, esco e vado in un negozio a cercare un bel vestito per la mia bellissima ragazza. Ah dimenticavo, chiamo alcuni nostri amici e li invito alla festa, naturalmente avevo già avvertito anche le sue amiche Giulia, Lorella e Serena. Ci incontreremo alle 21 in quel locale. Così vado in quel negozio in cui già avevo visto con Clara un abito che le piaceva, me lo faccio prendere dalla commessa e gli faccio fare la confezione regalo. Così ritorno a casa e faccio finta di essermi dimenticato del suo compleanno.

"Pietro"

"Amore mio" la vado ad abbracciare e lei tutta felice mi dice:

"Oggi che giorno è??"

"Che è? Il 16 agosto?"

"Si..e quindi!?"

"Ah..sta finendo l estate giá..che tristezza" mi guarda male, mi dà un pugno nella spalla e và in camera. Io rido sotto i baffi, e appena torna io ritorno serio. Continuo a non farle capire niente, ormai sono le 19 e decido di darle il regalo. Lei è seduta sul letto che ascolta la musica, mi avvicino e le tolgo le cuffie, lei mi guarda male.

"Che vuoi?"

"Non penserai davvero che mi sia dimmenticato del tuo compleanno?"

Le spunta un sorriso enorme, le prendo la mano e lei mi abbraccia. Così le dò il regalo e lei felicissima lo apre, rimane bloccata, si volta verso di me e mi guarda "ma.."

"Ti piace? Era quello che volevi vero?"

"È..stupendo, grazie amore mio"

Mi butta le braccia al collo e mi bacia.

"Su dai adesso preparati che quel vestito deve essere fatto vedere, non lo vorrai mettere per stare a casa?"

Le schiaccio l'occhiolino ed esco dalla stanza.

CLARA

Oddio non ci posso credere..diciotto anni..sono arrivati anche per me..festeggiarlo con Pietro è davvero magnifico. Adesso è meglio indossare l'abito, è lungo, il corpetto di sopra è color corallo, la parte di sotto è un arancio sfumato, bellissimo, ho sempre sognato avere quest abito, e adesso è mio. Le scarpe sono dello stesso colore, tacco 12, con l apertura davanti e il plateaux. I capelli avendoli lunghi li faccio a onde e raccolti da un lato. Per il trucco scelgo semplicemente un elayner nero e molto mascara che mi fà diventare gli occhi più grandi, poi del blush e un rossetto rosso non troppo acceso. Per finire un tocco di profumo ed esco dalla stanza.

PIETRO

Adesso credo sia meglio prepararmi, vado in camera e prendo i vestiti che devo indossare li metto sopra il letto devo scegliere bene, oggi è un giorno speciale e voglio farlo diventare ancora più bello con la sorpresa che ho in mente per la mia principessa, stasera dovrá essere la serata più bella della sua vita, se lo merita di essere un pò spenzierata e godersi ogni cosa che la circonda e poi io cercherò di non farle mancare nulla ne stasera e ne nei giorni a venire . Lei è il mio tutto. Dopo la mia riflessione vado a farmi la doccia pensando ancora a lei penso sempre a lei mi ha ammaliato. Finisco e mi vesto, indosso un paio di jeans neri e sopra una camicia bianca, la sbottono un pò qualche bottoncino ( so che la fa impazzire la camicia, ma non lo ammetterebbe mai hahah la mia piccola ) poi inizio a sistemarmi i capelli , con naturalmente il mio alleato, il gel, ed ecco la mia cresta adesso sono pronto faccio un respiro ed esco dalla stanza. Appena esco vedo uscire Clara dal bagno, è davvero bellissima con quel vestito, sembra fatto apposta per lei. Non sa cosa le farei.. scuto la testa e mi avvicino a lei, la prendo a braccetto e scendiamo le scale. Le metto una benda agli occhi e le sussurro "ti fidi di me?" Lei sorride e annuisce. La aiuto a salire in macchina e dopo pochi minuti arriviamo al locale. Ci sono tutti gli invitati che aspettano fuori, faccio scendere Clara ed entriamo. La faccio mettere al centro della pista, faccio mettere tutti gli invitati a cerchio e le tolgo la benda. È super contenta, si porta le mani alla bocca dallo stupore, e si guarda intorno, mi sembra di intravedere anche qualche lacrima scendere, ma diventa ogni secondo sempre più felice. Adesso si può dire che inizia la festa. Le sue amiche le corrono incontro e l abbracciano a gruppo, io saluto i miei amici. Io mi vado a sedere e mi si avvicina una ragazza e mi chiede se si può sedere vicino a me, e si siede sulle mie ginocchia e cerca di baciarmi, io la sposto e mi alzo, e le dico che anche se è una bellissima ragazza il mio cuore è stato già rubato da un angelo.

CLARA

Mi sto avvicinando a Pietro e vedo che parla con una ragazza, sento tutto quello che le dice..lo amo..sono fiera di lui..poi vedo che si allontana, io gli vado di dietro e lo abbraccio, lui si gira e stavolta e lui a stringermi. Poi mi prende in braccio e mi porta fuori, aveva preparato i fuochi d artificio per me. Fuori c era anche una fontana, dove si illumina una scritta: "mi vuoi sposare?"

...mi blocco, sono stuperfatta, non so più che dire..lo guardo stavolta con le lacrime, lui me le asciuga e si inginocchia facendomi la fatidica domanda. Io inizio a piangere e a pensare che finalmente ho trovato il mio di principe azzurro, non quello delle favole ma quello reale, perchè nella vita di coppia è più vera una risata e una litigata che un 'vissero felici e contenti', che poi in quel caso non dicono insieme. Naturalmente gli rispondo di si e lui si alza e ci baciamo. Tutti erano dietro di noi, incominciano ad applaudire, le mie amiche corrono subito da me, Giulia mi salta addosso, Lorella inizia a farmi le congratulazioni, e Serena piange guardandomi, e la vado ad abbracciare. La serata passa così, dopo aver ballato fino alle 4, distrutti torniamo tutti a casa, soddisfatti di questo fantastico giorno.

Grecia-Un viaggio da sognoLeggi questa storia gratuitamente!