Capitolo quindici

38 2 0
                                                  


-"Come diavolo ho fatto a non capire e notare niente?"- dico facendo avanti e dietro nella camera da letto di Dave dove provvisoriamente dormiamo insieme.

-"Tu sei una persona buona, non vedi il male negli altri."- risponde lui.

-" Qui si tratta di essere stupidi non buoni"- dico con rabbia.

-" Così non risolvi niente. Che ne dici di un bel bagno rilassante nell'idromassaggio? Con me che ti accarezzo ogni angolo di questo corpo meraviglioso?"- sussurra con voce roca al mio orecchio, alle mie spalle, mentre una mano si intrufola sotto la mia camicia.

Appoggio la testa sulla sue spalle e lui approfitta del mio invito per baciarmi il collo, uno ad uno i bottoni vengono aperti  e la mia mente viene svuotata dai pensieri..   almeno per un po'!

Ogni passo che ci conduce verso il bagno lascia sul pavimento un indumento, brividi corrono lungo la schiena e lui se ne accorge e sghignazza compiaciuto. Mi sfiora e mi bacia nei punti che conosce bene e per fargli capire di muoversi gli afferro il membro facendolo sussultare.

-" Ok, aspetta che apro l'acqua della vasca. Non muoverti!"- mi dice lasciandomi con un bacio divoratore. Muovermi? E chi ha la forza? Ogni volta che mi tocca è come se un vortice mi avvolgesse completamente, lui per me è essenziale, non potrei più farne a meno, della sua dolcezza e del suo modo di farmi sentire protetta, amata e importante. Il mio amore per lui mi scorre dentro come il sangue nelle vene. Morirei senza di lui.

-" A che pensi?"- mi dice lui interrompendo i miei pensieri.

-" Penso a quanto sei essenziale per me, il mio corpo ti brama, il mio cuore batte solo per te e la mia anima si è unita alla tua!"- gli dico senza staccare gli occhi dai suoi.

- " Resta con me, per sempre! Questi mesi con te sono stati i più belli e intensi della mia vita, non posso pensare a un solo giorno senza di te, non mi voglio svegliare senza averti stretta a me, senza vedere i tuoi capelli sparsi sul cuscino, non voglio fare a meno della tua mano che mi cerca anche se stai dormendo. Voglio prendermi cura di te, di voi! Resta con me, ti prego!" - mi dice guardandomi intensamente.

I miei occhi si inumidiscono dall'emozione, non pensavo di ritornare a sentire quel senso di protezione che troviamo nella famiglia, con i nostri genitori e fratelli. Con lui mi sento a casa, protetta, importante.

- " Dimmi qualcosa, me la sto facendo sotto! " - dice sorridendo e mentre le mie lacrime scendono lo abbraccio e lo bacio con passione.

- " So che è ancora presto e sono un incosciente ma tu e miei fratelli siete tutto per me quindi si, resto con te! Però voglio collaborare con le spese non voglio essere mantenuta da te" - rispondo.

Lui rimane per un istante fermo li a guardarmi poi i suoi occhi si addolciscono e compare sul suo viso quel sorriso meraviglioso che adoro. Mi afferra con delicatezza, fa scivolare i miei slip sul pavimento e lo stesso fa con il reggiseno ma il tragitto si interrompe sulla porta del bagno perché il bacio diventa fuoco e fiamme e mi prende lì con tutti l'amore che riesce a dimostrarmi.

Dopo quel vorace assaggio della nostra passione, ci rilassiamo. Entriamo nella vasca e lui mi infila tra le sue gambe, la mia schiena appoggiata al suo petto caldo e sodo, tocco le sue braccia, muscolose e possenti, il suo corpo è un opera d'arte. Non posso farne a meno, inizio a muovermi per sentirlo di più, gemo solo a pensarlo dentro di me.

- " Se fai così però fai andare a quel paese i miei buoni propositi " - dice Dave mordendomi la spalla. Le sue mani iniziano a vagare su di me, sui miei seni, tesi e sensibili al suo tocco, l'altra mano scende verso il paradiso, mi inarco quando infila un dito dentro di me, poi due mentre col sedere struscio sempre di più sul suo membro duro come la pietra. Senza dire niente mi solleva e entra con una spinta che in un primo momento mi lascia senza fiato poi però inizia a spingere come un leone e questa posizione me lo fa sentire tutto. Non riesco a non gridare perché l'orgasmo che mi colpisce è fortissimo e lui fa lo stesso. Insieme. Sempre!

Sam Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora