Capitolo 28- Ritorno

194 16 0

CLARA

È passato qualche giorno da quando ho lasciato il lavoro. Oggi mi è arrivata una lettera, non posso crederci, aprendola leggo "Accademia di Danza", avevo fatto domanda di entrarci un anno fà, e finalmente l'hanno accettata. Dovrò andare a fare il provino. Partirò pomeriggio, devo solo dirlo a Lucas e Serena. Quindi decido di chiamare Serena ma non risponde, che cavolo sta facendo ...a quel punto inizio a preparare a cucinare qualcosa di semplice ma buono per il mio Lucas, appena finisco trovo la chiamata di Serena "finalmente" dico tra me e me. La richiamo, mi risponde e mi dice :

" ciao Clara "

"Ciao cosa fai??, si risponde dopo due ore ???!! "

"Scusami mi ero addormentata nel divano e non l'ho proprio vista la chiamata "

"Vabe..comunque ti devo dire una cosa, vieni a casa mia "

"Vabene arrivo "

Dopo una mezzoretta arriva Serena, ci mettiamo sul divano e le dico quello che dovevo, che sarei partita per Catania perchè mi avevano presa, glielo dico tutto d'un fiato, in modo indifferente, la sua reazione è ben diversa, si mette a gridare e mi abbraccia poi ci alziamo. Ci salutiamo, lei rimane qui con Erique naturalmente. Dopo un pò che lei è andata via, arriva Lucas. Mi abbraccia e mi bacia felice.

"Ehi amore vá tutto bene?"

"Si..ma devo dirti una cosa"

"Dimmi"

"Devo tornare a Catania pomeriggio, starò lì per qualche giorno, mi hanno accettato la domanda per fare la ballerina!"

"Davvero!? Sono felicissimo per te. Ma..mi lascerai da solo"

Mette il broncio e incrocia le braccia, lo abbraccio dandogli un dolce bacio e gli dico che ci sentiremo ogni giorno. Lui mi sorride, dopodichè mangiamo, appena finito mi accompagna all'aereoporto.

Dopo 2 ore di volo eccomi arrivata a Catania. Chiudo gli occhi e respiro l'aria di casa, mi è mancata davvero tanto. Prendo un taxi e mi faccio accompagnare a casa, ma non casa mia, è una casetta vicino il mare che ci siamo prese insieme con le mie amiche. Entro e vedo che è ancora tutto come abbiamo lasciato, poso le chiavi sul tavolo e sistemo la mia valigia in camera mia. Mi faccio una doccia e mi vesto per andare a fare il provino, perchè anche se mi hanno accettato la domanda devo ancora fare un provino davanti ai maestri. Scelgo dei leggins neri, una maglietta fucsia e le scarpette da ballo naturalmente.

Esco di casa e mi dirigo alla scuola, dopo 1 ora esco di lì dentro, è andata bene, i prof sembravano soddisfatti dalla mia coreografia, aspetterò con ansia una loro chiamata.

Non sapendo cosa fare da sola a casa, decido di andare a mangiare qualcosa in spiaggia. Prendo un panino e mi siedo sulla sabbia a osservare dei ragazzi che giocano a pallavolo. Ad un tratto vedo un ombra di qualcuno che è dietro di me, mi giro e questo si abbassa "bentornata Clara"

"Pietro!"

Grecia-Un viaggio da sognoLeggi questa storia gratuitamente!