2 - Ashley, Rebeka, Minho, Newt, Thomas

145 10 1
                                    

*narratore in terza persona*

"Così dovrebbe andare" disse Rebeka stringendo ancora di più la corda legata ad un secchio pieno d'acqua sopra alla porta del Casolare.
"Sei sicura che funzioni? Non vorrei che gli cadesse in testa" rise Ashley accanto a lei che guardava l'opera con aria soddisfatta.
"Donna di poca fede" rispose la mora guardandola male, beccandosi un'occhiataccia.
"HEY VOI TRE!" Gridò Ashley guardando fuori dalla finestra accanto a loro. Minho, Newt e Thomas camminavano uno accanto all'altro confabulando qualcosa. Appena sentirono la bionda gridare si fermarono e girarono la testa di scatto.
"VENITE QUI!" Gridò Rebeka "ORA!"
I tre si guardarono preoccupati e corsero nella direzione delle ragazze, che nel frattempo trattenevano dei risolini e si allontanavano a dovere dalla porta. Come previsto, appena Newt spinse la porta il secchio si rovesciò dritto sopra i tre, che si bloccarono immediatamente. Ashley e Rebeka scoppiarono a ridere, mentre i ragazzi si asciugavano gli occhi e guardavano le due sconcertati e confusi.
"Ah ah, molto divertente davvero" ironizzò Minho portandosi le mani sui fianchi e cercando di ridare un senso ai suoi capelli. Le ragazze non riuscivano a smettere di ridere vedendo la scena: Newt, con la fronte corrugata e i capelli che gli ricadevano in faccia, Thomas, che aveva preso il secchio in pieno, fradicio dalla testa ai piedi e Minho che aveva i vestiti appiccicati al corpo e i capelli che andavano ovunque. Quando Ashley e Rebeka riuscirono a darsi un contegno i tre si scambiarono un'occhiata d'intesa e Thomas fece un passo in avanti in modo minaccioso.
"Ash, potrei quasi abbracciarti" disse aprendo leggermente le braccia. Anche gli altri due iniziarono ad avanzare mentre Rebeka e Ashley facevano passi indietro.
"Sicure che non volete un abbraccio?" Chiese Minho sorridendo, per poi scattare in avanti. Le ragazze scapparono dalla porta sul retro e iniziarono a correre il più velocemente possibile. Newt rimase piuttosto indietro ma guardava la scena senza riuscire a smettere di ridere: Minho rincorreva Rebeka, che era già quasi al centro della Radura quando l'asiatico la raggiunse, l'abbracciò stretta e la sollevò di diversi centimetri da terra, trascinandola verso i terreni che a quell'ora venivano irrigati automaticamente. Ne frattempo Ashley era riuscita a correre qualche decina di metri prima che Thomas la raggiungesse e l'abbracciasse, senza smettere mai di ridere, per poi caricarsela sulle spalle, lasciandola ricadere sulla sua schiena. Lui e Newt si diressero a loro volta verso i campi e una volta arrivati lasciarono giù le ragazze.
Ashley e Rebeka provarono un'altro tentativo di fuga sotto al pioggia provvisoria, ma sta volta i ragazzi furono pronti e riuscirono a fermarle in tempo. Nel giro di qualche secondo anche le due erano fradice dalla testa ai piedi e strinsero a loro volta i ragazzi in un abbraccio freddo. Rebeka mise le braccia attorno alle spalle di Newt e Minho mentre Ashley saltò letteralmente sulla schiena di Thomas e si aggrappò ai suoi fianchi, mentre il ragazzo metteva le mani sulle sue cosce e andava di qua e di la per cercare di farla scendere. Tra una risata e l'altra i cinque si diressero di nuovo verso il Casolare, completamente fradici, sotto lo sguardo divertito di tutta la Radura.

Maze Runner || Glade PillsDove le storie prendono vita. Scoprilo ora