For every story tagged #WattPride this month, Wattpad will donate $1 to the ILGA
Pen Your Pride

Episodi dal passato

41 9 0

ALEXANDER
Inghilterra 1995

《Alexander scendi è arrivato papá》

Alexander sentí la madre che lo chiamava, ma c'era nel giardino un enorme grillo che lo stava tenendo parecchio occupato, tanto da non trovare il tempo per rispondere.

《Alexander! Alexandeeeer!》

Niente, nessuna risposta.

Aveva deciso che quel giorno nessuno lo avrebbe trovato, nemmeno lui.

Si nascose in un cespuglio e rise della vecchia governante che correva su e giu per il giardino strusciando la gonna nell'erba umida e chiamando disperatamente il suo nome.

Ma mentre era lí che sogghignava una mano lo afferó per la camicetta e lo trascinó fuori dal cespuglio.

《Preso ! 》 sorrise il giardiniere, era un uomo non troppo anziano e molto simpatico.

《 corri da tua madre mascalzone, altrimenti lo sai come andrá a finire》

Mike il giardiniere lo rimise a terra e Alex corse verso l'entrata dell'enorme residenza.

Arrivó appena in tempo per vedere lo sguardo gelido del padre che lo attraversava come una lama e poi un dolore fortissimo alla guancia.

《Quante volte deve chiamarti tua madre per far si che tu ti presenti eh ?》 Disse suo padre con sguardo duro e tagliante.

Avevano gli stessi occhi lui e suo padre ma i suoi erano piú chiari quelli del colonnello erano quasi neri, l'azzurro era quasi impercettibile, mentre il grigio era piú scuro e totalizzante.

La guancia gli bruciava da morire e le lacrime iniziavano a scendere dai suoi occhietti, lucidi come la superfice di uno stagno.

《Margareth sei stata la sua rovina guardalo adesso piange, lo hai cresciuto come una stupida bambina》 suo padre era arrivato a casa da pochi minuti e stava gia gridando contro tutto e tutti, ma d'altronde era normale.

Matgareth e Alexander erano ormai abituati a quel trattamento ma ogni volta era terribilmente penoso per entrambi.

Nell'arco di una vitaRead this story for FREE!