For every story tagged #WattPride this month, Wattpad will donate $1 to the ILGA
Pen Your Pride

Gli amici di papà se n' erano andati ed ora mi ritrovavo a protestare contro Hellen e papà. Perchè,hmmm,semplice,mi vogliono obbligare a mangiare ed io non ho fame. 《Su,signorina,provi almeno di questa insalata.》 Sbuffai rumorosamente. 《Daii,piccola. Prova e basta.》 Mi ficcò la forchetta in bocca e fui costretta ad ingoiare ed a finire il piatto a malavoglia.

Dopo cena,andai a lavarmi i denti,mi misi in pigiama ed andai in camera afferrando il mio libro dal comodino posto lateralmente al letto e mi avviai verso la stanza di papà dopo aver dato la buona notte ad Hellen che era sul suo letto a gurdare la tv.

Mi avvicinai cautamente alla porta della mia meta e l'aprii leggermente facendo leggermente capolino per cercare di scorgere la figura di mio padre. Non fu un impresa molto difficile,era steso come al solito sul suo letto a fissare il nulla,ma stranamente era ancora vestito. Dopo poco si accorse della mia presenza e mi mi sorrise invitandomi ad entrare. Gattonai sul letto per raggiungere i grandi cuscini dove appoggiai la testa ed aprii il mio libro iniziando a leggere.

C'era una certa distanza tra me e papà prima che lui la eliminasse del tutto. Era talmente vicino che sentivo il suo respiro caldo sul collo. 《Che c'è?》 Chiesi senza staccare gli occhi dalle parole del libro. 《Non credi che dovrei chiederlo io?》 Chiese con tono neutro. 《Mi stai letteralmente evitando.》 Continuò. Non risposi. 《Che hai?》 Chiese tirandomi giù il libro sulla pancia. 《È per il fatto del mangiare?》 Annuii senza spiccicare una parola. 《Eddai,certe cose non puoi prolungarle all'infinito,arriva il momento in cui devi strappar via il cerotto. Fa male,ma poi passa e ti senti meglio.》 Disse sorridendo. Era la frase del mio libro. 《Aspetta. Hai letto questo libro?》 《Ovvio che no,ma può darsi che io abbia trovato un certo quadernino dove l'ho letta...e,sai,mi ha davvero colpito.》proseguì ridacchiando. Rimasi a bocca aperta. 《T-tu hai letto quel quadernino?》 Dissi un pò spaventata. Lui mi guardò accigliato,come se la mia preoccupazione lo confondesse. 《Sì...perchè?》 《L'hai letto tutto?》 Chiesi frettolosamente. 《No...mi è solo caduto l'occhio su quella pagina mentre lo raccoglievo dal pavimento.》 Rispose confuso. 《Perchè?》 《No,no,niente.》 Dissi sorridendo per poi riprendere il mio libro. 《Sai,non mi piace essere ignorato. Come avrai capito,non mi capita molto spesso di non essere al centro dell'attenzione.》 Commentò la pura verità,ghignando. 《Si era capito.》 Dissi ridacchiando. 《Hmmm,meglio per te. Ma sarà ancora meglio se mi darai un abbraccio.》 Disse sorridendo e chiudendo gli occhi per poi aprire le braccia come se stesse aspettando un bacio. Lo guardai per un secondo e riportai lo sguardo aulle pagine che avevo davanti. 《No.》 Controbattei cercando di nascondere il sorriso che si stava facendo spazio sul mio viso. 《Dai,lo so che lo vuoi. Sbrigati,che a breve l'offerta finisce.》 Disse ridendo e chiudendo piano piano le braccia come un cancello. Mi ci fiondai dentro ed inalai il suo forte profumo che era diventato decisamente il mio preferito. 《Brava bimba.》 Si congratulò stringendomi a sè.

Erano ormai passati quattro lunghissimi minuti prima di decidermi a esporre il mio dubbio. 《Hey papi,ma perchè quei ragazzi ti chiamavano 'Haz'?》 La sua risata roca risuonò nella grande stanza prima di incatenare gli occhi nei miei. 《Che domanda difficile.》 Ridacchiò. 《In realtà non c'è un vero motivo,è solo un soprannome che ho dalle medie.》 Sorrisi e strofinai un pò il viso sul suo petto. 《Carino. Comunque avevi ragione,sono davvero simpatici i tuoi amici,anche se non so ancora come si chiamano.》 Ridacchiai. 《Ow bhe,tranquilla,te li ritroverai tra i piedi talmente tanto tempo che non ti sarà difficile impararli in poco tempo.》 Disse lui sarcasticamente. 《Mi raccomando,dimmelo se ti danno fastidio,quella banda di cani.》 《Papà!》 Lo ripresi. 《Comunque okay. Ah e approposito. Metti in pigiama,ho sonno.》 《Detto fatto,piccola.》 Si alzò e si spogliò rimanendo con solo un paio di boxer addosso. 《Oh,ti prego mettiti qualcosa!》 Dissi coprendomi gli occhi con le mani. Lui rise. 《Che schifettosa,proprio come tua madre. Eppure ti dico che ci sono donne che pagherebbero per avere questa visuale.》 Disse indicando il suo petto tonico. 《Bhe,sappi che io non sono una di quelle.》 Dissi disgustata. Sentii le coperte accanto a me aprirsi e un calore corporeo avvinghiarsi a me uso koala. 《Posso scoprirmi gli occhi?》 Chiesi. 《Sì.》 Ridacchiò. Aprii gli occhi,era privo di maglietta,indossava solo dei pantaloni girgi della tuta che lasciavano intravedere la fascia scura dei boxer della calvin klein. Almeno aveva qualcosa addosso. Mi strinsi dentro di lui per scaldarmi contro il suo caldo corpo cedendo in un profondo sonno poco dopo.

***

《Hey piccola,io devo andare un attimo in ufficio,torno tra poco,tu puoi restare con Hellen e con i cani.》 Disse prendendo la borsa e la giacca dal divano. 《Harry! Non farci apparire come degli stupidi davanti alla principessa!》 Protestò quello dai capelli biondi. Niall. Yee,sto imparando. 《Se,se. E non importunate mia figlia.》 Li ammonì puntandogli il dito. 《Papà,non sono dei mostri!》 《Hellen,controllali.》 Disse avviandosi verso l'ingresso. 《Stia tranquillo signor Styles.》 Rispose Hellen con un sorriso consolatore e papà uscì.

《Bene,ora ci si diverte!》 Disse Louis mentre Zayn e Liam mi prendevano in braccio.

Non molti minuti dopo,mi ritrovai nel bel mezzo di una battaglia con i cuscini,dove io ero sommersa da piume. 《Se credete di poter vincere,a breve ve ne pentirete!》 Urlai mentre Niall mi tirò giù,sul letto dai piedi. 《Ah sì? Vedremo.》 Disse Liam ridendo e colpendomi.

Altro che cani,erano davvero dei miti.

Quando papà tornò,sonceramente non riuscii ad interpretare il suo sguardo,era un misto tra infuriato e divertito,mentre io ed i mie nuovi quattro soci correvamo per la casa cercando di non farci prendere da un Harry,alquanto arrabbiato per le condizioni della sua casa.

||spazio me||
Salve personcine!
Spero vi stia piacendo. Questo capitolo ho cercato di farlo abbastanza lungo,spero sia di vostro gradimento. (Che linguaggio intellettuale LALALALALALA.)
Bene,dopo aver fatto il mio piccolo show,vorrei chiedervi se nei commenti potreste scrivermi il vostro parere sulla sotria e...voglio tante domande bellezze!
(Molte cose della storia,sono prese dalla mia vita reale:)

DaughterLeggi questa storia gratuitamente!