For every story tagged #WattPride this month, Wattpad will donate $1 to the ILGA
Pen Your Pride

Capitolo 19

334 23 0

Lo guardo portare il suo bel corpo umido verso il bagno.
Aspetta.
Ma in tutto questo?! Steph che fine ha fatto?! Mi ha fatta ubriacare e via?!
Prendo il telefono dalla mia borsa per terra..semiaperta.

*nuovo messaggio*
"Steph.."dico a voce bassa.
*ehi bellezza!! Come stai?! Scusami..non volevo che finisse così..non ho fatto in tempo a toglierti il cellulare di mano ieri sera..hai chiamato quell'Harry e subito come un cagnolino è venuto a prenderti..deve essere proprio cotto è?! Fatti viva baby.. .X*

Con aria di sufficienza tento di lasciar perdere il messaggio e raggiungo la porta del bagno, aperta.
"Mi lasceresti un momento il bagno?!quanto ci vuole ad un uomo per sistemarsi?!"rido tra me e me guardandolo mentre si scrolla la chioma di ricci.
Si gira. Mi sorride e dice:" Oh calmina..tu ci metti le ore! Fino a prova contraria questo è il mio bagno..sbaglio?!"
Alzo le mani in segno di arresa.

Si avvicina ancora di più a me.
Porta la sua faccia vicino al mio collo e io rimango immobile.
"Lo sai che hai un buon profumo anche la mattina presto!?"dice con voce roca.
Guardo la sua faccia.
Lo guardo mentre tenta di allontanarsi e ancora una volta rimango insoddisfatta di come mi comporto.
Di come reagisco a lui.
Non riesco a lasciarmi andare.
Ma cosa diavolo mi blocca?!

"Ook..mi sistemo..dammi due minuti e ci sono.."gli dico chiudendo la porta.

HARRY'S P.O.V.
Io non lo so.
Non so che cos'ha di diverso.
Cosa mi rende diverso davanti a lei.
Ha un qualcosa di misteriosamente incomprensibile..vorrei proteggerla da qualcosa che nemmeno io so cos'è.

Ieri sera è stato stupendo quando sono andato a recuperarla e in tutti i modi mi chiedeva se mi sarei preso cura di lei, come a volerne essere certa..un'estenuante cantilena:"Harry puoi tenermi con te?!puoi?!puoi?!"
Tenera e decida allo stesso tempo.
Ahah.
Se ci ripenso..davvero..avrei voluto filmarla..e ancora una volta non mi sono approfittato di lei.

Con Elli questo non succede mai..
Ma è possibile che io sia più soddisfatto da Martha con la quale non scopo, rispetto a Elli con cui faccio dei numeri spettacolari?!

Cazzo.
L'amore esiste?!
Ma che vuol dire poi amare?!

Tento di raccogliere la borsa di Martha da terra, è semiaperta e tutto cade fuori.
L'occhio mi cade su un quaderno con scritto:"Me and the world".
La tentazione di aprirlo è grande ma di un tratto mi sento le sue braccia intorno alla schiena e le sue labbra sul retro del mio collo e immediatamente mollo a terra la borsa.

I brividi mi percorrono tutta la schiena.
"Grazie.."mi sussurra.

Mi giro lentamente.
La guardo fissa negli occhi..non resisto..
Le prendo il viso tra le mani e comincio a baciare le sue labbra sottili.
Chiudo gli occhi e vedo che anche lei si sta lasciando andare..apre la bocca leggermente in modo da far incontrare le nostre lingue.
La stringo a me e tengo la presa stretta su una natica del suo sedere.

La voglio mia.
Tutta.

MARTHA'S P.O.V.
Continuo a baciarlo, non sicura di quello che sto facendo, ma il mio cuore non può più resistere.
Lo sento ansimare nella mia bocca e tutto questo mi eccita a tal punto che, mentre mi preme contro il suo corpo, ho la sensazione di sentire la sua erezione.
Appena mi afferra emetto un piccolo gemito.
"Mmm..Harry..Harry.."dico con calma staccandolo da me.

Riapre lentamente gli occhi con aria delusa.
"Ti prego..capiscimi.."dico sperando possa capire come sono confusa.
"Cosa?! Cosa devo capire?! Dimmelo.."mi dice in tono arrabbiato.
"Non ho voglia di sopportare ancora un tuo rifiuto per una cazzo di idea che hai tu in testa!"tenta di ribadire il concetto.

Mi allontano da lui,sedendomi sul letto.
"Non è colpa tua..mia..insomma..faccio fatica a fare scelte e soprattutto amorose..non so cosa provo per te..non voglio fare passi affrettati. TUTTO QUA. MA TU! Come al solito, non capisci mai!" Dico cominciando a lacrimare.
"Ma che cazzo?! Provi per me?! Ma è un bacio. UN. FOTTUTO. BACIO. lo capisci?! Non ti sto chiedendo di sposarmi ok?!" Mi dice puntandomi il dito.

Lascio tutto lì, pure lui in piedi, e corro verso le scale per scendere.
"SCAPPI?! Ah certo! Perchè ora si affrontano così le cose?!"mi urla mentre scendo.

Scende velocemente le scale per seguirmi.
Tento di arrivare alla porta per poter uscire ma lui arriva e mi blocca la porta.
"Qua decido IO chi entra e chi ESCE."sottolinea guardandomi fisso.

Provo una sorta di paura e rispondo:"Sei il solito.."abbasso lo sguardo"Io con te non ci voglio parlare..lasciami in pace."

ILLUSIONLeggi questa storia gratuitamente!