Capitolo 10

3.5K 204 16

Eravamo davanti alla porta. Justin mi teneva per mano. Quel che ci divideva dal tutto era un suonare o meno il campanello. Justin allungò la mano per suonare ma io lo fermai.

H: Sei sicuro di quello che fai?
J: Facciamo al 90%

Mi lasciò la mano e suonò. Aspettammo che qualcuno venisse ad aprirci e dopo pochi secondi comparve sulla soglia della porta una signora con lunghi capelli neri e gli occhi azzurri. A vederla sembrava un pò giù..anche se sorrideva...forse per Justin.

P: Justin?
J: Ciao mamma

Justin le sorrise e lei fece lo stesso. In un attimo Justin venne avvolto da un caloroso abbraccio.

J: Pensavo che ormai fossi...beh...che non importa ora sei qui
Disse tra una lacrima e l'altra

J: Mi dispiace per tutto mamma. Mi dispiace di essere scappato e averi fatto preoccupare

Justin si staccò dalla madre e mi prese la mano
J: Mamma lei è Hope
H: Oh...immagino che tu sia la ragazza che deve sopportare mio figlio ogni giorno

Scoppiammo tutti in una fragorosa risata

P: Comunque piacere io sono Pattie
Disse abbracciandomi

J: Mamma, papà è in casa?
H: No tesoro, è andato al campo di calcio con dei suoi amici
J: Perfetto
P: Beh penso che abbiate fame, entrate cosi vi preparo qualcosa

Appena entrai in casa mi ritrovai davanti ad un ingresso enorme. Davanti a me c'erano due scale, una a destra e una a sinistra. Portavano entrambe nello stesso punto, dove c'era un lungo corridoio con varie stanze. Rimasi impalata a fissare quello stupendo arredamento

J: Hey, vuoi smuoverti da qui o pensi di rimanerci per tutta la giornata?
Disse Justin muovendomi il braccio

H: Aspetta voglio guardare ancora un pò...è una casa bellissima Justin

E ricomincia a guardare con gli occhi spalancati

J: Ok, ho capito

Justin mi prese effetto sposa e mi porto in cucina

H: Justin cosa fai?!
Dissi ridendo a crepa pelle

J: Beh tu volevi rimanere impalati li, scusa ma pensa che ti preferisca mangiare dei toast con la Nutella, e magari questa volta non stamparmeli in faccia
Disse baciandomi.

Ci sedemmo e cominciammo a mangiare. Parlammo un po di come ci eravamo conosciuti io e Justin e, come fa ogni mamma di questo mondo, Pattie prese l'album della foto e me ne mostrò alcune di quando Justin era piccolo. Io e Justin e io ci sedemmo sul divano e io mi appoggiai su di lui

J: Mi dispiace che tu ti sia rovinata la vista con quelle foto
Disse ridendo

H: Pff, ma che dici. Eri carinissimo da piccolo
J: Beh se lo dici tu.

Ad un tratto si spalancò la porta ed entrò un signore con una divisa da calcio e un borsone sulla spalla

JE: Cosa ci fai tu qui?
Disse guardando in cagnesco Justin.

Justin si alzò di scatto e lo guardò stringendo gli occhi e irrigidendo la mascella

J: Papà anche io sono felice di vederti
Disse in tono sarcastico, ma con un ghigno sulla faccia

JE: Senti se non vuoi farti male ti consiglio di uscire subito di casa

In quel momento arrivò Pattiè arrivò in salone e gli si impallidì di colpo il viso

J: E perchè? Sono venuto qui per aggiustare le cose ma penso proprio che tu non voglia contribuire
JE: Per me tu puoi anche andartene via dall'altra parte perchè a me non interessa più. Per quanto ne so io non ho più un figlio
P: Jeremy!
Urlò Pattie in lacrime

Forever? ||Justin Bieber||Leggi questa storia gratuitamente!