Canzoni per il capitolo:   What makes you beautiful – One Direction

                                         Meraviglioso amore mio – Arisa

                                        

Io li amavo quegli occhi, mi sorridevano e mi parlavano in silenzio. Ma io continuavo a non capire. Lui i miei occhi li leggeva bene. Lo sapeva. Sapeva ciò che volevano dirgli. Io con quegli occhi c’avevo fatto l’amore tante volte.  Mi ci ero persa dentro ed ero ormai parte di loro. Vedevo me stessa nel suo sguardo. Io ero sua.

Ho tenuto stretto il biglietto tra le mani per non so quanto tempo mentre rileggevo la sua lettera più e più volte. Ho imparato quelle parole a memoria; ormai le recitavo senza aver bisogno di leggerle. Sento lo scatto di una fotocamera e mi volto, notando Zayn appoggiato allo stipite della porta con il cellulare tra le mani.

“Perché mi hai scattato una foto?”

“Guarda” si avvicina a me e mette il telefono tra le mie mani aperte. L’immagine di me con il sorriso sulle labbra mentre guardo emozionata per la centesima volta quel biglietto mi fa arrossire. “Guardavi così soltanto papà” mi sposta i capelli dietro l’orecchio mentre dentro di me sento lo stomaco stringersi.

“Tu sei innamorata di Niall” lo guardo. La gioia che provo in questo momento mi fa lacrimare gli occhi. Li sento bagnarsi poco alla volta fino a farmi perdere la vista, così sono costretta a chiuderli controvoglia.

“Zayn, ho paura” gli getto le braccia al collo, affondando il viso bagnato nei suoi capelli.

“Di cosa?” mi accarezza debolmente i capelli facendomi rabbrividire. Lo stringo più forte. “Lisa?” mi allontana, ma non troppo. “Di cosa hai paura?” asciuga le lacrime che rigano il mio volto passando le dita sotto gli occhi.

“Di partire” si acciglia, non capendo. “L’aereo, Zayn”

“Non ti succederà niente. Hai Niall”

“Niall non è te”

“Ti basterà chiudere gli occhi e stringergli la mano. Io sono sempre con te” mi abbraccia affettuosamente. “Niall è disposto a prendersi cura di te”

“Lo so” mormoro contro il suo petto. “Zayn”

“Si?”

“Mi ha detto che mi ama” gli porgo la lettera, staccandomi da lui. Rimaniamo in silenzio per alcuni minuti in cui fa passare gli occhi sul foglio sorridendo di più ad ogni parola.

“Posso essere geloso?” mi pizzica la guancia che sotto il suo tocco diventa leggermente rossa.

“Ti voglio bene, Zayn”

“Ti voglio bene, Lisa”

                                     

Il mattino seguente…

“Chiudi il cappotto che fa freddo” Niall passa le mani coperte dai guanti sulle mie braccia. Resto ferma al mio posto a guardare Zayn mentre dalla vetrata mi sorride speranzoso facendomi segno di proseguire.

Non ti succederà niente.
Ti voglio bene, Lisa

Ho la sua voce impressa nella testa e le parole sono marchiate a fuoco dentro di me.

“Lisa?”

“Si?” mi volto a guardarlo.

“Non è necessario che accetti se non ti va”

Love Actually (#Wattys2015) // N.H.Leggi questa storia gratuitamente!