“E’ una stronzata” lo imito. Gira gli occhi nella mia direzione e mi sorride arricciando il naso. “Non avevo mai notato che arricci il naso quando sorridi” mi volto verso di lui e appoggio la guancia al sedile, portando le gambe vicino al petto. “Sei molto carino”

“Nessuno fin ora mi ha mai detto che sono carino quando arriccio il naso”

“C’è sempre una prima volta”

LIAM POV

“Prenotate i posti il giorno prima?” sbuffo, tirando giù l’ultima sedia libera in prima fila.

“Come dici, scusa?” la ragazza accanto a me volta lo sguardo e mi guarda alzando un sopracciglio.

“Manca più di mezzora alla lezione e già tutti i posti sono occupati. Venite di notte?” ripeto, a voce più alta.

“Stai calmo, Hulk. Hai trovato posto” sbotta , facendomi notare l’ovvio.

“Come mi hai chiamato?”

“Ti ho chiamato Hulk” ripete. “Se hai intenzione di guardarmi per tutta la lezione ti conviene spostarti”

“Non posso?”

“Mi infastidisci”

“Sei stronza, lo sai?” dico acido. Fa come se non esistessi e sospira.

“Me lo dicono tutti” conferma.

“E’ per questo che sei sola?”

“Meglio soli che mal accompagnati” dice malinconica, socchiudendo gli occhi.

“Scusa, non volevo”

“Non ti preoccupare. Ignorami, come hanno sempre fatto tutti”

“Non ti voglio ignorare. Sei acida come un limone, ma credo che nonostante il caratteraccio tu abbia una bella personalità” ammetto. Gira lentamente gli occhi e li fa muovere dall’alto verso il basso, riportandoli poi nei miei.

“Che cazzo ne sai” si siede meglio e unisce le mani sui libri dinanzi a sé.

“Lo so” sorrido.

“No, non lo sai”

“Invece si” insisto.

“Te l’hanno mai detto che sei insopportabile?”

“Si, molte persone” rido. Sospiro. “Qualcuno ti ha mai fatto ridere?” chiedo all’improvviso. Si alza di scatto prendendo la borsa, picchiettando le mie gambe con le sue per convincermi a lasciarla passare. “Dove stai andando?”

“Mi sposto”. Capisco di star esagerando e mi alzo anche io.

“Tranquilla, me ne vado io”.
Durante la lezione la sorprendo un paio di volte a girarsi nella mia direzione.

NIALL POV

Prendo la mano di Lisa quando fa un passo avanti e due indietro prima di entrare nell’aula immensa.

“Lascia perdere” la rassicuro. “Non sono abituati a vedermi con una ragazza” sussurro.

“Questa cosa è veramente imbarazzante, Niall. Mi sento in soggezione” sussurra l’ultima frase avvicinandosi alle mie labbra.

“Prima che ti salti addosso davanti a tutti, andiamo a sederci” le spingo il bacino e la faccio sedere accanto a Liam. “Tu che ci fai qui dietro?” mi rivolgo a lui.

“C’è un limone lì davanti” la indica con il capo. La ragazza, nonostante sia di spalle, sembra sentirlo e risponde alla sua affermazione con una scossa del capo.

“E cosa aspetti a limonare?” Harry compare improvvisamente dietro di me, mettendo un ginocchio dietro al mio facendomi piegare sotto la spinta.

“E’ insopportabile” afferma.

“Ma allora hai trovato proprio la tua anima gemella, amico” gli batte una spalla e si siede accanto a Lisa. “A proposito di limoni, ciao zucchero” allunga le dita sui suoi capelli e ne attorciglia una ciocca.

“Ciao Harry” ridacchia.

“Posso stare vicino alla mia ragazza?”

“No” rispondono Harry e Liam, all’unisono. Lisa ride, così come quei due energumeni che mi ritrovo come amici. “Sei nano. Mettiti in fondo alla fila” mi dice Harry serio.

“Leprechaun” Lisa interviene dando ad Harry l’agio di continuare ad offendermi.

“Siete veramente due brutte persone” affermo, finto offeso.

“D’altronde” continua Harry, “chi si somiglia, si piglia”.

“Io non sono nana” tirata in causa, Lisa gli risponde a tono.

“Infatti. Sei proporzionata, giusto?”

{Buonasera  J Volevo augurare a tutti i miei lettori un felice e sereno Natale. Approfitto per ringraziarvi tutti per le letture che ogni giorno riservate alla mia storia, nella speranza che sia di vostro gradimento. Mi rende felice anche solo mettere un po’ della mia vita in ciò che scrivo, per poterla condividere con tutti voi.
Oggi, 24 dicembre, vigilia di Natale, faccio tantissimi auguri al “piccolo” Tomlinson che raggiunge la mia veneranda età.  }

Love Actually (#Wattys2015) // N.H.Leggi questa storia gratuitamente!