Capitolo 14-Glielo dico?

205 17 0

ERIQUE

Arrivo a casa con Alex, mi dirigo nella stanza di Lucas e vedo che dorme come un bambino.

"Lucaaas siamo a casa!" -grida Alex

"Shhh sta dormendo!"

"Stavo..."

"Oh..scusami Lucas non volevo svegliarti, pensavo fossi con Clara"

"Lasciamo stare questo argomento"

"Eheheh perchè? Cos'è successo?"

"Fatti i cazzi tuoi"

"Okok rilassati peró, se no ti prende dinuovo il mal di testa"

"Si certo..non ti preoccupare"

"Su dai Alex usciamo dalla sua stanza"

Accendo la play-station e inizio a giocare contro Alex.

"Stasera esco con Lorella"

"Eh bravo Alex"

"Perchè non inviti Serena ad uscire?"

"Perchè?"

"Perché forse ti interessa?"

"Chi te l'ha detto?"

"Il mio sesto senso"

"Si certo. Sei diventato donna?"

Alex continua a non capire e mi guarda in modo perplesso.

In seguito sentiamo Lucas che viene in salotto

"Che fate?" -ci chiede

"Giochiamo"

"Sempre eh?"

"Ci godiamo la gioventù"

"Gioventù? Ma se avete 20 anni (persi)"

"Ei ei stai attendo a quello che dici"

"Sisi va bene. Giocate. Io vado da Clara"

"Certooo vai vai salutacela e non tornare più"

"Si anche io vi voglio bene"

Lucas esce di casa, io e Alex incominciamo a prepararci per la sera. Dopo 1 oretta circa, siamo pronti e andiamo dalle ragazze.

Mi sa che sto cambiando. Ha ragione Alex, dovrei dire a Serena quello che provo per lei. Ma non é semplice.

SERENA

"Clara"

"Umh? Che c'è?"

"No niente"

"Ok"

"Veramente.."

"Dimmi"

"Erique"

"Erique cosa?"

"Io penso di essermi innamorata"

"Davvero!?"

"Si..ma vorrei fosse lui a dichiararsi, capisci?"

"Capisco..tranquilla lo fará, ne sono sicura. Lo vedo come ti guarda"

"Speriamo tu abbia ragione. Non voglio restare delusa"

"Non succederá"

Sentiamo bussare alla porta. Sono i ragazzi. Oh mamma mia c'è Erique, ma quant'è bello..

"Buonasera a tutte!"

"Ciao ragazzi! Entrate."

"E allora? Non vorrete passare la serata qui spero"

"Certo che no! Vero Clara!?"

"Ahah no no.Dove andiamo di bello?"

"In effetti c'è una festa in un paese qui vicino. Se vi vá andiamo a fare un giro lì"

"Ma si dai. Dateci solo il tempo di cambiarci e andiamo" -dice Clara

"Va bene. Ma Lucas?"

"Ecco infatti. Dov'è Lucas??"-chiede Clara

"Aveva detto che stava venendo qui da te"

"Qui non c'è. Adesso gli chiamo"

"Risponde?"

"No! Mi sto preoccupando"

"Tranquilla avrá incontrato qualche amico e si sará fermato a chiacchierare"

"Spero sia come dici tu"

ERIQUE

Le ragazze vanno a prepararsi, ed io chiamo a Lucas..

"Pronto?"

"Lucas! Dove sei??"

"Si scusami dovevo avvisarvi che non vengo stasera, è tornato un mio cugino a sorpresa, quindi resto da lui a cena. Ci vediamo a casa. Oh e dillo a Clara perfavore"

"Ok ho capito. Ma a Clara devi dirglielo tu!"

"No dai fammi questo favore, e dille che può uscire tranquillamente con voi, grazie mille ciao ciao"

Lucas mi stacca la chiamata. E ora mi tocca dirlo a Clara, lo odio quando fa così. Serena finisce di sistemarsi prima di Clara, vedo che si avvicina allo specchio e mette un pó di mascara. Si conosco il nome dei trucchi perchè ho una sorella, anche se adesso è sposata e non ci vediamo più molto spesso. Finisce di truccarsi e si siede vicino a me.

"Sei proprio bella stasera"

"Solo stasera?"

"Ahah no no sempre"

"Ahah"

"Sai Serena.."

"Dimmi"

"Sei una ragazza molto simpatica, mi piace quando ridi. Ti piace la musica come me. Siamo simili insomma"

"Si l ho notato anche io"

"Bene. Potremmo conoscerci meglio, che ne dici?"

"Mi farebbe piacere"

Mi avvicino a lei e l'abbraccio, Alex che era uscito fuori nel balcone rientra.

"Scusate non volevo interrompervi"

"Non hai interrotto niente tranquillo"

Clara esce dal bagno. Ecco anche lei è pronta, e adesso mi tocca dirgli di Lucas.

"Allora!? Hai chiamato Lucas?? Ti ha risposto???"

"Si Clara. Beh purtroppo non puó uscire con noi stasera"

"Come scusa???"

"È arrivato un suo cugino a sorpresa e quindi rimane a cena da lui"

"Avvertirmi no!?"

"Se non gli chiamavo non avvertiva nemmeno a me"

"Ah bene! Io esco lo stesso"

"Ma si certo. Anzi me l'ha detto pure lui che puoi uscire con noi"

"Ahah l'ha detto lui?? Quindi ho il suo permesso ahah ma finiamola..io uscivo anche senza il suo consenso!"

"Beh..io ti sto riferendo quello che mi ha detto lui"

"Si Erique grazie. Adesso andiamo...anzi! Aspetta un attimo, prima devo fare una chiamata"

Grecia-Un viaggio da sognoLeggi questa storia gratuitamente!