Canzoni per il capitolo: Stay With Me- Sam Smith

                                       Blank Space- Taylor Swift

LISA POV

Volto il capo sul cuscino cercando una zona calda. Sposto i piedi, allungando le gambe; non ricordavo di avere un letto così grande. Stiro le braccia urtando involontariamente un corpo accanto al mio. Copro la faccia con il lenzuolo per impedire ai raggi del sole di riflettere dispettosi sulle mie palpebre. Sento improvvisamente freddo alle gambe, che scopro essere completamente scoperte; ho la maglia tirata fin sopra il sedere.

Apro lentamente gli occhi, vedendo momentaneamente tutto illuminato. Dopo aver asciugato le lacrime, metto a fuoco la stanza. Sopra la testa, si alternano pesanti arcate in legno; è una soffitta. L’intontimento generale mi fa impiegare più tempo del dovuto per rendermi conto che non mi trovo a casa mia. Ma allora, di chi è il corpo accanto al mio?

“Niall?” lo chiamo, ma l’unica reazione che ottengo è un suo movimento involontario. “Oddio. Niall?” scuoto il suo corpo, ma anche stavolta fa come se niente fosse, girandosi sul lato. Sporgendomi, vedo a terra sparpagliati i nostri vestiti. Alzo velocemente le coperte; ho la maglia di Niall addosso e gli slip, mentre lui è a petto nudo con i boxer.

“Niall?” mi alzo violentemente afferrando i jeans da terra.

“Buongiorno Lisa” mi sorride ad occhi chiusi, voltando la testa in direzione della voce. “Perché sei vestita?” si mette a sedere stropicciando gli occhi.

“Perché non lo ero?” alzo in aria le mani. “Me ne vado”

“Ma dove vai?” mi raggiunge scalzo vicino la porta, chiudendola quando io la apro frettolosamente. “Lisa, che hai?”

“Dimmi la verità, Niall” piagnucolo.

“Quale verità?” alza un sopracciglio. Butto un occhio al letto disfatto. “Lisa, non capisco”

“Io invece capisco benissimo. Ciao Niall” lo sposto violentemente e lui me lo lascia fare. Scendo di corsa le scale pulendo gli occhi pieni di lacrime. Nella fretta di uscire da questa casa, sbatto contro Tom.

“Lisa, cosa è successo?” mi ferma trattenendo le mani sulle braccia. Faccio cadere a terra la borsa e mi getto tra le sue braccia, piangendo. Non riesco a formulare una frase di senso compiuto perché l’unica cosa che riesco a fare è piangere e piangere e piangere.

“Lisa, torna sopra. Hai frainteso” sento i passi di Niall avvicinarsi. Spingo lontano Tom e mi chiudo la porta alle spalle.

NIALL POV

Harry, Lisa è scappata da casa. Per favore, aiutami a trovarla prima che lo faccia Zayn.

Porca puttana, nano, cosa le hai fatto per farla scappare?

Te lo racconto dopo. Aiutami.

Ho capito! Siete andati insieme da qualche parte in particolare?

No.

Cazzo, aiutami tu. Londra è immensa.

Ci sto pensando Harry, dammi tempo.

Ma certo, fai con comodo. Comincio a preparare il vestito per il tuo funerale.

 

Non può essere andata dritta a casa. Se Zayn la vede in quello stato, salterà a conclusioni affrettate, come ha fatto  lei. Perché non mi ha dato il tempo di spiegarle? Devo uscire, devo accertarmi che non sia veramente a casa.

Love Actually (#Wattys2015) // N.H.Leggi questa storia gratuitamente!